collegare

Article

August 10, 2022

Un plug-in (inglese: plug-in, plug-in, add-in, addin, add-on, addon, extension, anche tradotto plug-in) è un programma per computer che interagisce con le applicazioni (come browser web, client di posta elettronica) , che viene utilizzato per aggiungere alcune funzioni specifiche richieste all'applicazione. I più comuni sono i plugin per giochi, browser web e lettori multimediali. Ci sono molte ragioni per cui le applicazioni supportano l'uso dei plug-in, tra cui principalmente: consentire a sviluppatori di terze parti di espandere e semplificare le applicazioni o separare il codice sorgente dalle applicazioni per rimuovere le incompatibilità causate dai diritti di utilizzo del software.

Esempio

Molti software professionali forniscono API di cui gli sviluppatori hanno bisogno per scrivere plug-in, al fine di estendere la funzionalità del software. Di seguito sono riportati esempi di applicazioni e relativi plug-in: I client di posta elettronica utilizzano plug-in per la crittografia e la decrittografia (buona crittografia della privacy) Il software di disegno utilizza plug-in per supportare diversi formati di file, elaborare immagini (Adobe Photoshop) I lettori multimediali utilizzano plug-in per supportare diversi formati di file e fornire filtri. Plugin Packet Monitor per decodificare i pacchetti (OmniPeek) Le applicazioni di telerilevamento utilizzano plug-in per elaborare i dati inviati da diversi tipi di sensori (Opticks) Ambiente di sviluppo integrato con plugin per supportare i linguaggi di programmazione (Eclipse, jEdit, MonoDevelop) I browser Web utilizzano plug-in per riprodurre video e altri formati (Flash, QuickTime)

Meccanismo e Principio

Il software applicativo fornisce vari servizi che consentono l'applicazione del plug-in, inclusa la fornitura di un metodo di caricamento, in modo che il plug-in possa essere caricato nel programma applicativo e nel protocollo di trasmissione di rete, in modo da scambiare dati con il plug-in in. I plug-in devono dipendere dall'applicazione per funzionare e i plug-in da soli non possono funzionare correttamente. Al contrario, il funzionamento dell'applicazione non dipende dai plug-in, in modo che i plug-in possano essere caricati sull'applicazione e aggiornati dinamicamente senza alcuna modifica all'applicazione. L'API pubblica fornisce un'interfaccia standard che consente ad altri di scrivere plug-in e interagire con l'applicazione. Un'API stabile lo consentirebbe Altri plug-in funzionano anche se la loro versione originale è cambiata. I plug-in di supporto prolungano la vita delle applicazioni precedenti. Le API plug-in per Adobe Photoshop e After Effects stanno diventando standard e sono in parte adottate da alcune delle loro applicazioni concorrenti. Altre API come questa includono Audio Units e VST. Proprio come uno switch di rete potrebbe trasportare una porta non occupata ma non standard per ospitare vari connettori di livello fisico opzionali. Inoltre, i giochi e alcune applicazioni utilizzano spesso un'architettura plug-in per consentire agli editori originali e agli editori di terze parti di aggiungere funzionalità. I produttori possono utilizzare i plug-in per generare il blocco del venditore, ovvero, selezionando l'opzione Limita aggiornamenti, solo gli acquirenti firmati dal produttore possono aggiornare e utilizzare i loro prodotti. L'architettura Micro Channel di IBM, tecnicamente parlando, è più avanzata dell'architettura standard di settore e può aggiungere componenti ai personal computer IBM, ma non è stata ampiamente promossa perché è difficile ottenere la certificazione per dispositivi di terze parti. La serie Flight Simulator di Microsoft è famosa per la sua capacità di scaricare componenti aggiuntivi per aerei.

Plugin ed estensioni

I plug-in e le estensioni modificano o aggiungono funzionalità esistenti, ma presentano comunque sottili differenze. La differenza principale è che un plug-in di solito si basa sull'interfaccia utente dell'applicazione e nessuno dei suoi comportamenti va al di fuori di limiti ben definiti. I kit di espansione, d'altra parte, sono generalmente meno restrittivi e possono avere un'interfaccia utente separata. Di solito viene utilizzato per ridurre le dimensioni dell'applicazione e fornire alcune funzionalità opzionali. Mozilla Firefox e il relativo software utilizzano i componenti aggiuntivi come nome per la categoria di tutti i moduli aggiunti, che sono suddivisi in plug-in, temi, motori di ricerca e sistemi di estensione ben sviluppati. Ciò riduce la capacità di Mozilla Application Suite di non influenzare il programma principale a causa dello scorrimento delle funzionalità.

Cronologia dello sviluppo

Il plug-in risale alla metà degli anni '70, quando l'editor di testo EDT forniva una funzione durante l'esecuzione del sistema operativo Unisys VS/9 sul mainframe UNIVAC Series 90.