Patata

Article

May 29, 2022

La patata (nomenclatura in due parti: Solanum tuberosum), appartiene alla famiglia delle Solanacee. Le patate sono colture agricole a breve termine coltivate per i loro tuberi amidacei. Sono la coltura da radice più coltivata al mondo e la quarta coltura più popolare in termini di resa fresca, dopo riso, grano e mais. La conservazione a lungo termine delle patate richiede refrigerazione. Le patate selvatiche crescono in tutte le Americhe, dagli Stati Uniti al Cile meridionale. Una volta si pensava che la patata fosse addomesticata in modo indipendente in molti siti, ma in seguito i test genetici di molte cultivar e varietà selvatiche di patate hanno dimostrato un'unica origine della patata nella regione del Perù meridionale e nell'estremo nord-ovest dell'attuale Bolivia . Dove gli esseri umani hanno addomesticato le patate da 7 a 10 mila anni fa. Dopo secoli di selezione e allevamento, oggi esistono più di mille varietà diverse di patate. Più del 99% delle specie di patate coltivate oggi a livello globale discende da varie varietà nelle pianure del centro-sud del Cile, che furono spostate dagli altipiani delle Ande. Dopo la conquista dell'Impero Inca di Spagna, gli spagnoli introdussero le patate in Europa nel seconda metà del Cinquecento. Viene quindi trasportato principalmente via mare verso territori e porti di tutto il mondo. Le patate sono state lente ad accettare da parte degli agricoltori europei a causa della loro sfiducia. Poi divenne un'importante coltura alimentare e la coltura che ebbe un ruolo nell'esplosione demografica del continente nel 19° secolo. Tuttavia, inizialmente la patata mancava di diversità genetica, a causa del numero limitato di cultivar introdotte, era anche una coltura suscettibile. Nel 1845, una malattia delle piante chiamata peronospora, causata dal fungo oomycete infestans Phytophthora, si diffuse rapidamente nelle comunità povere dell'Irlanda occidentale, provocando il fallimento dei raccolti e la carestia. Migliaia di cultivar esistono ancora nelle Ande, dove si possono trovare 100 diverse varietà di patate, molte delle quali sono allevate da piccoli agricoltori. La dieta annuale di un cittadino medio globale nella prima decade del ventunesimo secolo consisteva in circa 33 kg di patate. Rimane una coltura di base dell'Europa (soprattutto dell'Europa centrale e orientale), dove la produzione di patate pro capite è maggiore, ma l'espansione della coltivazione di patate è stata più forte in America del Sud. Asia e Asia orientale negli ultimi decenni. La Cina è attualmente il più grande produttore mondiale di patate, quasi un terzo delle patate mondiali viene raccolto in Cina e in India.

Etimologia

La parola inglese potato deriva dallo spagnolo patata (il nome è ancora usato in Spagna). La Royal Spanish Academy ritiene che la parola spagnola patata sia una fusione di Taino batata (patata dolce) e Quechua papa (patata). La patata prende il nome da un tipo di patata dolce, sebbene non vi sia alcuna relazione tra le due piante. In molte cronache non c'è distinzione tra le due specie. Nel XVI secolo, il botanico John Gerard usò il nome patata selvatica o patata della Virginia per questa specie e chiamò la patata dolce la patata comune.