patata dolce

Article

June 28, 2022

La patata dolce (Ipomoea batatas) è una pianta agricola dalle grandi radici tuberose, amidacee, dal sapore dolce, chiamata patata dolce ed è un'importante fonte di ortaggi a radice. , viene utilizzata sia nel ruolo di ortaggi che di cibo. Le giovani foglie e i giovani steli sono usati anche come ortaggio. La patata dolce è lontanamente imparentata con la patata (Solanum tuberosum) originaria del Sud America e molto lontanamente imparentata con gli ignami (diverse specie del genere Dioscorea) che sono originari dell'Africa e dell'Asia. . Il genere Ipomoea contiene la patata dolce, gli spinaci d'acqua (Ipomoea aquatica) e un certo numero di fiori di campo conosciuti con diversi nomi, come Morning Glory (in comune con altri generi), sebbene il termine non sia usato per riferirsi alla patata dolce o spinaci d'acqua. Diverse cultivar di Ipomoea batatas vengono anche coltivate come piante d'appartamento. La patata dolce è una vite erbacea perenne, con foglie alternativamente cuoriformi o lobate a elica, e fiori a corolla e di media grandezza. Le radici tuberose commestibili sono allungate e affusolate, con una buccia liscia che varia di colore dal rosso, viola, marrone o bianco. Lo strato di carne è bianco, giallo, arancione o viola.

Origine e allocazione

La patata dolce è originaria dell'America tropicale, è stata coltivata dall'uomo oltre 5.000 anni fa [2] Archiviata il 12-02-2006 in Wayback Machine [3] Archiviata il 07-02-2005 presso la Wayback Machine. Si diffuse molto presto in quest'area, compresi i Caraibi. Era conosciuto anche in Polinesia prima dell'esplorazione occidentale. Come sia stato portato qui è difficile da capire perché la regione è così lontana dalle Americhe. Questo è oggetto di un intenso dibattito, che coinvolge prove provenienti dall'archeologia, dalla linguistica e dalla genetica. Oggi, la patata dolce è ampiamente coltivata nelle regioni temperate calde e tropicali con acqua a sufficienza per sostenerne la crescita. Secondo le statistiche della FAO nel 2004, la produzione mondiale è di 127 milioni di tonnellate [4], di cui la maggioranza è in Cina con una produzione di circa 105 milioni di tonnellate e una superficie di impianto di 49.000 km². Circa la metà della produzione cinese viene utilizzata per l'alimentazione del bestiame e del pollame [5] Archiviato il 07-02-2005 in Internet Archive. La produzione pro capite è maggiore nei paesi in cui le patate dolci sono il principale alimento dietetico, guidate dalle Isole Salomone con 160 kg/persona/anno e dal Burundi con 130 kg. La Carolina del Nord, il principale produttore di patate dolci degli Stati Uniti, fornisce ora il 40% della produzione annuale di patate dolci della nazione. Il Mississippi è anche un importante stato di coltivazione di patate dolci, dove le patate dolci vengono coltivate su circa 8.200 acri. Le patate dolci del Mississippi contribuiscono con circa 19 milioni di dollari all'economia dello stato e ora ci sono circa 150 fattorie nel Mississippi che coltivano patate dolci. Le prime cinque contee per la coltivazione di patate dolci nel Mississippi sono Calhoun, Chickasaw, Pontotoc, Yalobusha e Panola. Il National Sweet Potato Festival (USA) si tiene ogni anno a Vardaman nella prima settimana di novembre e Vardaman è chiamata "The Sweet Potato Capital". La città di Benton, nel Kentucky, celebra ogni anno le patate dolci con il Tater Day Festival il primo lunedì