Tavola periodica

Article

August 13, 2022

La tavola periodica (il nome completo è la tavola periodica degli elementi chimici, nota anche come tavola periodica di Mendeleev), è un metodo per elencare gli elementi chimici in forma tabellare, basato su numeri atomici (numero di protoni nel nucleo), configurazioni elettroniche e loro proprietà chimiche cicliche. Gli elementi sono rappresentati in ordine di numero atomico crescente, solitamente elencati con il simbolo chimico in ogni casella. La forma standard della tabella ha gli elementi disposti in 18 colonne e 7 righe, con due righe doppie separate nella parte inferiore. Le righe della tabella sono dette periodi, mentre le colonne sono dette gruppi, alcune con nomi propri come alogeni o gas nobili. Poiché per definizione una tavola periodica mostra tendenze periodiche, qualsiasi tavola di qualsiasi tipo può essere utilizzata per dedurre le relazioni tra le proprietà degli elementi e prevedere le proprietà di nuovi elementi, inesplorati o non sintetizzati. Pertanto, una tavola periodica, in forma standard o variante, fornisce un quadro utile per l'analisi delle proprietà chimiche e tali tabelle sono ampiamente utilizzate in chimica e altre scienze. Sebbene ci siano stati primi pionieri, a Dmitri Ivanovich Mendeleev è generalmente attribuito il merito di aver pubblicato la prima tavola periodica popolare nel 1869. Ha sviluppato la sua tavola periodica per illustrare le tendenze periodiche della fisica e calcolare gli elementi allora conosciuti. Mendeleev ha anche previsto alcune proprietà di elementi sconosciuti che sperava avrebbero colmato le lacune in questa tabella. La maggior parte delle sue previsioni si è rivelata corretta quando gli elementi sono stati scoperti uno dopo l'altro. La tavola periodica di Mendeleev da allora è stata ampliata e rivista con la scoperta o la sintesi di nuovi elementi e lo sviluppo di modelli teorici per spiegare le proprietà chimiche. Tutti gli elementi con numero atomico da 1 (Hydro) a 118 (oganesson) sono stati scoperti o sintetizzati, mentre gli elementi 113, 115, 117 e 118 non sono ancora ampiamente riconosciuti. I primi 98 elementi esistono in natura, anche se alcuni si trovano solo dopo essere stati sintetizzati in laboratorio ed esistono in quantità estremamente piccole. Gli elementi con numeri atomici da 99 a 118 sono stati sintetizzati solo o si dice che siano stati sintetizzati in laboratorio. C'è ancora una ricerca per creare elementi con numeri atomici più grandi, così come polemiche sulla questione di come potrebbe essere necessario adattare la tavola periodica per essere compatibile con i nuovi elementi che si aggiungeranno.

Disposizione

Nota: questo è il layout della tavola periodica a 8 colonne più comune, noto come forma regolare o standard, o talvolta chiamato tavola lunga, rispetto alle tabelle brevi o in stile Mendeleev Archivio 2013-12-17 alla Wayback Machine, di solito gruppi da 3 a 12 raggruppandosi nel gruppo principale. La tavola periodica si differenzia in quanto contiene sia la famiglia del lantanio che quella dell'attinio, invece di separarle dal corpo principale della tavola. Man mano che la tavola periodica si espande, vengono aggiunti più periodi