Impero Inca

Article

December 8, 2022

L'Impero Inca o Impero Inka (Quechua: Tawantinsuyu, che significa "quattro località"), era il più grande impero dell'America precolombiana. Il centro amministrativo, politico e militare dell'impero era Cusco. La civiltà Inca ebbe origine negli altopiani del Perù intorno all'inizio del XIII secolo. L'ultima roccaforte dell'impero cadde in Spagna nel 1572. Dal 1438 al 1533, gli Incas controllarono gran parte del Sud America occidentale, incentrato sulle Ande, attraverso conquiste pacifiche e assimilazione. Nel suo periodo di massimo splendore, unificò tutto il Perù, l'Ecuador sudoccidentale, la Bolivia centro-occidentale, l'Argentina nordoccidentale, la maggior parte dell'attuale Cile e la Colombia sudoccidentale alla pari con altri imperi eurasiatici. La lingua nazionale è il quechua. Nell'impero esistevano molte pratiche di culto locali, la maggior parte delle quali adorava l'huaca. La religione di stato adora il dio del sole Inti ed è più importante di altre religioni come la Pachamama. Gli Inca consideravano il loro re, Sapa Inca, il "figlio del sole" L'Impero Inca non possedeva gli elementi tecnologici della civiltà del Vecchio Mondo. L'antropologo Gordon McEwan ha commentato che: Gli Incas non avevano ancora inventato la ruota. Non avevano animali su cui cavalcare o animali per trainare carri... [Loro] mancavano di conoscenza del ferro e dell'acciaio... Inoltre, mancavano persino di scrivere... Nonostante queste carenze fondamentali, gli Inca furono in grado di costruire il più grande impero in storia umana. Le conquiste dell'Impero Inca includevano un'architettura straordinaria, in particolare la scultura su pietra, la vasta rete di strade che conducono a ogni angolo dell'impero, la tessitura fine, l'uso di nodi (quipu) per l'archiviazione dei dati e la comunicazione a lunga distanza, innovazioni agricole adattate a ambienti difficili e sistemi operativi imposti alle persone e alla classe operaia. Gli studiosi descrivono l'economia Inca in modo abbastanza contraddittorio: ... feudalesimo, schiavitù, socialismo (a seconda del punto di vista sarebbe o un paradiso socialista o una dittatura socialista) La loro economia non ha soldi e non ha mercati. Si scambiavano beni e servizi nelle relazioni reciproche tra individui, una comunità, un gruppo di persone o leader Inca. La "riscossione delle tasse" per il popolo è contribuire con il lavoro all'Impero. I sovrani Inca (che possedevano tutti i mezzi di produzione) restituirono il favore dando alla loro gente seminativi, beni e cibo e bevande in occasioni festive.

Etimologia

Il soprannome dell'Impero Inca era Tawantinsuyu, che significa "quattro volte". In quechua, tawa è quattro e -ntin è un suffisso per un gruppo, quindi tawantin significa quartetto, qui riferendosi al quartetto ("regione" o "provincia") sotto il dominio Inca. Queste quattro riflessioni includono: Chinchaysuyu (nord), Antisuyu (est; confine dell'Amazzonia), Qullasuyu (sud) e Kuntisuyu (ovest). La traslitterazione spagnola di questo nome è Tahuatinsuyo o Tahuatinsuyu. Il sostantivo Inka significa "sovrano" o "signore" in quechua, riferendosi alla classe dirigente o al clan dominante. Gli Incas erano un gruppo etnico molto piccolo rispetto all'intera popolazione dell'impero. La loro popolazione è probabilmente tra 15.000-40.000 persone, ma