IDEA

Article

August 17, 2022

L'Italia, conosciuta anche come Italia (italiano: Italia [iˈtaːlja] ()), ufficialmente la Repubblica italiana (italiano: Repubblica Italiana) è una repubblica parlamentare unitaria in Europa. Il territorio italiano si estende nella parte centrale del Mediterraneo, le due isole maggiori sono la Sicilia e la Sardegna. Le Alpi limitano la parte continentale settentrionale dell'Italia, formando confini terrestri con Francia, Svizzera, Austria e Slovenia, mentre San Marino e Città del Vaticano si trovano all'interno della repubblica. L'Italia copre un'area di 301.338 km², e per la maggior parte ha un clima stagionalmente temperato e mediterraneo. Per la sua conformazione territoriale, l'Italia è spesso paragonata a lo Stivale (lo stivale). L'Italia ha una popolazione di circa 60 milioni di abitanti, il che lo rende il terzo paese più popoloso dell'Unione Europea. La capitale d'Italia è Roma, le altre grandi aree metropolitane sono Milano, Napoli, Torino. Nel I secolo aC, l'Impero Romano emerse come forza dominante nel bacino del Mediterraneo, diventando il centro di leadership culturale, politica e religiosa della civiltà occidentale nei tempi antichi. L'eredità di questo impero è pervasiva e può essere vista nel diritto civile, nel governo repubblicano, nel cristianesimo e nell'alfabeto latino in tutto il mondo. Durante l'Alto Medioevo, il crollo socio-politico italiano fu causato dalle invasioni barbariche, ma dall'XI secolo molte città-stato e repubbliche marinare, principalmente nell'Italia settentrionale e centrale, divennero così prospere attraverso la navigazione, il commercio e le banche, deposte le basi del capitalismo moderno. Tuttavia, gran parte dell'Italia centrale rimase sotto il controllo dello Stato Pontificio, mentre l'Italia meridionale fu continuamente conquistata da potenze esterne. Il Rinascimento iniziò in Italia e si diffuse nel resto d'Europa. La cultura italiana fiorì durante questo periodo, producendo famosi studiosi, artisti e studiosi. Esploratori italiani come Marco Polo e Cristoforo Colombo scoprirono nuove rotte verso l'Estremo Oriente e il Nuovo Mondo. Tuttavia, il potere commerciale e politico dell'Italia fu notevolmente indebolito poiché le rotte marittime transatlantiche e dell'Oceano Indiano non passavano attraverso il Mediterraneo.Le guerre italiane nel XV e XVI secolo esaurirono le città-stato italiane. Questi stati italiani indeboliti furono rapidamente conquistati e colonizzati da potenze europee, come Francia, Spagna e Austria. Verso la metà del diciannovesimo secolo, ci fu un movimento a favore del nazionalismo italiano e dell'indipendenza dal dominio straniero. L'Italia fu finalmente unificata nel 1861, diventando dopo molti secoli una grande potenza. Dalla fine dell'Ottocento all'inizio del Novecento, il Regno d'Italia si industrializzò rapidamente e divenne un impero coloniale, ma principalmente al Nord, mentre il Sud fu largamente escluso dal processo. L'Italia fu la principale vincitrice della prima guerra mondiale, ma il regno cadde in un periodo di crisi economica e turbolenza sociale, aprendo la strada all'emergere della dittatura fascista nel 1922. L'Italia entrò nella seconda guerra mondiale era dalla parte dell'Asse e il risultato fu sconfitta militare, devastazione economica e guerra civile. Dopo la guerra, l'Italia abolì la monarchia, ristabilì la democrazia, raggiunse un tasso di crescita fenomenale