lingua punjabi

Article

June 28, 2022

Il punjabi (Gurugram: ਪੰਜਾਬੀ, Shahmukhi: پن٘جابی, pronunciato [pənˈdʒaːbːi]) è una lingua indoariana parlata dal popolo punjabi della regione del Punjabi del Pakistan e dell'India. Si stima che ci siano circa 113 milioni di madrelingua, di cui 80,5 milioni nel 2017 erano in Pakistan. L'India ha 31,1 milioni di parlanti (a partire dal 2011). Il punjabi è una lingua indoeuropea. nel sottogruppo indo-iraniano È l'unica lingua indoeuropea che è una lingua tonale. cui il tono è formato dalla pronuncia di diversi insiemi di consonanti con diversa intonazione in termini di complessità del vocabolario è una lingua che usa le parole (linguaggio agglutinante) e le parole sono solitamente disposte nell'ordine "soggetto, oggetto, azione". Il popolo punjabi fu diviso tra India e Pakistan durante la divisione indiana nel 1947. Tuttavia, la lingua e la cultura punjabi sono spesso i fattori che uniscono il popolo punjabi indipendentemente dalla nazionalità o dalla religione. Ci sono molti immigrati punjabi in paesi come gli Stati Uniti, l'Australia, l'Inghilterra, il Canada.Il punjabi è la lingua sacra dei sikh usata per scrivere letteratura religiosa. È la lingua usata nella musica Bhangra prevalente nell'Asia meridionale.

Accento e diffusione geografica

Il punjabi è la lingua ufficiale dello stato del Punjab in India. È la lingua coufficiale negli stati confinanti di Chandigarh, Delhi e Haryana ed è parlata anche nel vicino Kashmir e Himachal Pradesh. È la lingua principale della provincia del Punjabi in Pakistan, ma non ha lo status di lingua ufficiale. Le lingue ufficiali in queste zone sono l'urdu e l'inglese. Il punjabi ha molti accenti diversi. È influenzato dal sindhi in Pakistan e dall'hindi in India.