Patto di Varsavia

Article

May 29, 2022

Il Patto di Varsavia (in inglese: Patto di Varsavia), ufficialmente noto come Trattato di amicizia, cooperazione e mutua assistenza; Russia: Договор о дружбе, сотрудничестве и взаимной помощи), a volte informalmente noto come WarPac, è un patto di mutua sicurezza tra l'URSS e i suoi sette stati satelliti in Europa Medio e Oriente durante la Guerra Fredda Il Patto di Varsavia è un'aggiunta militare al Consiglio per la mutua assistenza economica (CoMEcon), un'organizzazione economica regionale per gli stati comunisti dell'Europa centrale e orientale. Il Patto di Varsavia è stato formato in risposta all'adesione della Germania Ovest con l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NETO) nel 1955 dalla firma del Trattato di Parigi del 1954, ma è ancora considerato formato a causa dell'Unione. mantenere il controllo militare nell'Europa centrale e orientale, anche se il Patto di Varsavia è stato istituito per contrastare il potere o per opporsi alla NATO. Ma non c'è stato uno scontro diretto tra le due parti. Piuttosto, questo conflitto si basa su battaglie concettuali e ideologiche. Sia il Patto di Neto che il Patto di Varsavia hanno consentito l'espansione delle forze militari e l'integrazione della cooperazione tra i loro Stati membri. La più grande operazione militare di questo tipo è stata l'invasione della Cecoslovacchia nell'agosto 1968 da parte delle parti del Patto di Varsavia (tutti gli stati membri tranne Albania e Romania), che ha provocato il ritiro dell'Albania.