Il presidente degli USA

Article

May 28, 2022

Il presidente degli Stati Uniti (formalmente presidente degli Stati Uniti d'America) è il capo di stato e di governo del paese. La durata del mandato è di quattro anni e dal 1951 è possibile essere eletti solo due volte. Si può ricoprire la carica per un massimo di dieci anni, cosa che può avvenire se un presidente è deceduto dopo almeno due anni di carica; poi il Vice Presidente che ha assunto la Presidenza può essere rieletto due volte, altrimenti una sola Corte Suprema (il cui giudice è nominato dal Presidente). L'attuale e 46esimo presidente è il democratico Joe Biden. L'ufficio esiste dal 30 aprile 1789. A causa dello status di superpotenza degli Stati Uniti e dell'enorme potere della posizione, il Presidente degli Stati Uniti è talvolta considerato la persona più potente del mondo. L'attuale incumbent è sempre uno dei personaggi pubblici più famosi (e talvolta controversi) in generale. Durante la Guerra Fredda, in particolare, il presidente americano fu chiamato il Leader del Mondo Libero.

Stato costituzionale

La posizione del Presidente è descritta nel secondo articolo della Costituzione. Il regolamento delle elezioni e della durata del mandato è regolato dalla 12a, 20a, 22a, 23a e 25a modifica costituzionale. La presidenza comprende tre funzioni (capo di stato, capo del governo e comandante supremo), che in molti altri paesi sono mantenute da almeno due persone. Pertanto, sebbene il presidente incarni il ramo esecutivo del governo federale degli Stati Uniti, il presidente è controllato dal principio del sistema di condivisione del potere (controlli e contrappesi). Ciò significa che la persona che detiene la presidenza non può essere contemporaneamente membro del Congresso o giudice federale.

Funzioni

Il presidente degli Stati Uniti è sia capo di stato (come il re di Svezia e presidente della Finlandia) che capo di governo (come il primo ministro della Finlandia e il primo ministro della Svezia), e il sistema presidenziale rende gli Stati Uniti presidenza diversa, ad esempio, da Francia, Russia o Germania. Gli Stati Uniti sono stati una delle prime democrazie moderne e hanno scelto di avere un presidente invece di un monarca come capo di stato. La maggior parte delle altre repubbliche da allora ha usato questo termine, ma poche hanno poteri così ampi come il presidente degli Stati Uniti e i presidenti di alcuni paesi hanno solo una funzione simbolica e cerimoniale. In alcuni paesi, il potere spetta a un primo ministro, ma il presidente può sciogliere un ministro mal funzionante e rimuovere il primo ministro. Gli stati degli Stati Uniti hanno uno stato che riflette il governo federale con un'assemblea statale (equivalente al Congresso degli Stati Uniti), una corte suprema (equivalente alla più alta corte degli Stati Uniti) e il presidente è rappresentato da un governatore.

Capo dello Stato

Il presidente degli Stati Uniti è la più alta carica pubblica del paese e in pratica ha poteri significativamente maggiori rispetto ai restanti monarchi europei e persino rispetto ai capi di stato nelle repubbliche europee. Il Presidente può, in nome degli Stati Uniti, concludere accordi con potenze straniere, che devono essere ratificati dal Senato con una maggioranza di due terzi prima che possano entrare in vigore; il presidente invia - con l'approvazione del senato - gli ambasciatori degli Stati Uniti e riceve ufficialmente gli inviati di altri Stati. Il Presidente nomina - anche con l'approvazione del Senato - i giudici dei tribunali federali, in particolare della Corte suprema, e di tutti gli altri uffici federali. Il potere di nominare gli altri uffici federali è di norma ulteriormente delegato dal Congresso, ad eccezione delle cariche più importanti. Se il Senato non si riunisce, il Presidente stesso può fissare una nomina di sospensione che altrimenti avrebbe richiesto l'approvazione del Senato. Tuttavia, tale nomina scade al termine della sessione del Senato. Il presidente li conferma