Il dizionario della lingua svedese dell'Accademia svedese

Article

June 25, 2022

Il dizionario dell'Accademia svedese, abbreviato in SAOL, è un dizionario concentrato in un volume, con un numero limitato di glossari, pubblicato dall'Accademia svedese dal 1874 (anche la settima edizione nel 1900 era il nome dell'opera Dizionario della lingua svedese). Il glossario vuole essere un elenco del vocabolario svedese vivente ed è quindi pubblicato, più o meno regolarmente, in nuove edizioni con revisioni talvolta importanti. Nell'ultima, quattordicesima edizione del glossario, SAOL 14 del 2015, sono state utilizzate poco più di 9.000 parole meno comuni, mentre sono state aggiunte 13.000 parole. In totale, SAOL contiene 14 edizioni con 126.000 parole di ricerca con informazioni su ortografia, pronuncia e flessione. In molti casi vengono indicati anche il significato, lo stile e l'usabilità delle parole. Tutte le quattordici edizioni sono disponibili gratuitamente in formato digitale.

Sviluppo

L'equilibrio tra gli elementi descrittivi e normativi è cambiato negli anni: a partire dalla tredicesima edizione (2006), "w" è trattata come una lettera separata posta tra "v" e "x", invece di essere ordinata sotto "v". ". Pertanto, l'alfabeto svedese (secondo SAOL) conta 29 lettere separate, un adeguamento stabilito secondo la prassi internazionale.

Riforme della lingua svedese

Nel 1906 fu introdotta ufficialmente una riforma ortografica svedese, quando la vecchia ortografia con dt fu sostituita dalla nuova ortografia con t (tt), e f, fv, hv e w furono tutte sostituite da v. La lettera q fu completamente eliminata, ma venne sopravvivere in svedese attraverso prestiti da altre lingue, come quisling, aquavit e queer (il quisling fu rapidamente aggiunto al glossario dopo la seconda guerra mondiale). All'interno dell'Accademia Svedese - uno dei più importanti attori della politica linguistica svedese - le opinioni erano divise sulla notizia, e non accadde davvero nulla fino al 1916. Quell'anno fu pubblicato frettolosamente un piccolo elenco di nuove grafie, come contrappeso a vari elenchi non ufficiali che è uscito rapidamente su iniziativa privata.Fu davvero solo allora che la lingua svedese attraverso SAOL ottenne una norma di ortografia comune. Un principio guida era che l'ortografia riflettesse ragionevolmente la pronuncia nel discorso quotidiano per la maggioranza degli svedesi. L'ortografia è stata standardizzata per alcune parole su, ad esempio, e e ä.Ciò ha portato a cambiamenti in entrambe le direzioni per parole che in precedenza avevano avuto un'ortografia traballante sia tra le persone in generale che nella stampa - ma d'altra parte non avevano necessariamente vacillato in SAOL. Ad esempio, la pelliccia è stata eliminata a favore della pelliccia, mentre il denaro (utilizzato, ad esempio, da Pär Lagerkvist nelle lettere) è stato trasformato in denaro e l'avventura in avventura. "Svezia" potrebbe essere scritto Svezia all'inizio del XX secolo; quando Selma Lagerlöf scrisse il meraviglioso viaggio di Nils Holgersson attraverso la Svezia, fu sollecitata dagli educatori che ordinarono al libro di usare il nome Svezia - ma rifiutò, in relazione alla sua nona edizione, di annotare buono come forma secondaria accettata per sempre.

Informatizzazione

A partire dagli anni '60, gran parte del lavoro manuale è stato razionalizzato con l'ausilio dei computer. Già nel dicembre 1965 fu avviato un progetto all'interno del Comitato per la cura della lingua svedese, che a questo scopo ricevette una borsa di studio di 92.675 SEK dalla Fondazione Knut e Alice Wallenberg. L'intenzione era quella di entrare nel vocabolario svedese su nastro magnetico. Il professor Carl Ivar Ståhle è stato l'iniziatore del progetto A partire dall'edizione 11 (1986), la tecnologia informatica è utilizzata nel lavoro con il dizionario. Un'idea dell'informatizzazione era anche quella di poter lanciare più spesso nuove edizioni. Da allora sono arrivati ​​anche in linea di principio uno per decennio: dodicesima edizione 1998, tredicesima edizione 2006 e quattordicesima edizione 2015. Il glossario è disponibile su Internet dal 2003 - disponibile gratuitamente dal 2009. Sul sito Web SAOLhist, è possibile cercare l'ultima edizione e diverse edizioni precedenti e confrontare i risultati della ricerca. L'ultimo è stato cancellato