Russia

Article

August 15, 2022

La Russia (russo: Россия; Rossija), formalmente Federazione Russa (russo: Российская Федерация; Rossijskaja Federatsija), è una repubblica federale che copre gran parte dell'Europa orientale e tutta l'Asia settentrionale. Il paese confina con Norvegia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Bielorussia e Ucraina e, attraverso l'enclave di Kaliningrad sulla costa baltica, verso la Lituania e la Polonia, a ovest, e la Georgia, l'Azerbaigian, il Mar Nero e il Mar Caspio a sud-ovest. A nord, la Russia confina con l'Oceano Artico e a sud con Cina, Corea del Nord, Mongolia e Kazakistan. Il paese confina con l'Oceano Pacifico a est e ha anche un confine marittimo con il Giappone e lo stato americano dell'Alaska. La Russia è il paese più grande del mondo in superficie e copre gran parte dell'Europa e dell'Asia. Il confine tra i continenti passa attraverso gli Urali. La Russia ha poco meno di 144 milioni di abitanti. Nella capitale Mosca vivono circa 12 milioni di persone. La Federazione Russa è composta da un totale di 89 unità amministrative e territoriali, i cosiddetti soggetti federativi. Gli 89 soggetti sono costituiti da 21 repubbliche, 6 territori (kraj), 50 regioni (oblast), 9 distretti autonomi, 1 regione autonoma e due città federali. Tutti i soggetti della federazione sono rappresentati da due membri, ciascuno nella camera alta del parlamento russo, il Consiglio della Federazione, che conta quindi un totale di 178 membri. Ricorda la composizione del Senato degli Stati Uniti, ma risale anche a precedenti tradizioni in Russia, quando il Soviet Supremo dell'Unione Sovietica era diviso in due camere con diverse rappresentanze da diverse parti del paese.

Storia

Preistoria

Età della pietra

Gli insediamenti paleolitici in Russia sono estesi. Tra i reperti del periodo Moustéri si può citare la grotta Kiik-Koba in Crimea, nell'odierna Ucraina, dal tipico carattere neandertaliano. Soprattutto il periodo Paleolitico più giovane, 35000-10000 aC, mostra una serie di siti importanti, dove, tra gli altri, Kostjenki al Don e Metsin al corso superiore del Dnepr mostrano un chiaro contatto con i gruppi culturali contemporanei dell'Europa occidentale. In un importante cimitero a Sungir fuori Mosca, i morti sono stati sepolti con magnifici costumi di conchiglie e perle rappresentate. Durante il Mesolitico, la Russia occidentale con il Balticum è dominata dalle culture di cacciatori di foreste che nei paesi nordici vanno sotto il nome di cultura Maglemose: Swidérien e Kunda. Le culture del Mesolitico centrale della Russia centrale sono generalmente divise in cultura Volga-Oka, cultura Kama e cultura Dnepr. Le prime culture agricole compaiono dal sud nel 3000 aC, in particolare nella cosiddetta cultura Tripolje-Cucuteni nel sud-ovest. Le figurine di argilla, comprese le dee della fertilità, sono comuni. Le popolazioni subneolitiche di cacciatori con la ceramica dominano contemporaneamente le parti settentrionali, la cultura della ceramica della fossa nella Russia centrale e la ceramica da camera nel nord-ovest. Quest'ultimo comprende anche la Finlandia e la costa settentrionale.

Età del Bronzo e del Ferro (fino al 500 d.C.)

La prima età dei metalli sta avanzando dall'est sotto forma di culture di asce da battaglia. Nella Russia centrale, la cultura di Fatjanovo si sviluppa con tombe individuali, dove lo scheletro è posto in posizione accovacciata, fianco a fianco. Nel sud si sviluppa la cosiddetta cultura delle tombe catacombe, dove i morti vengono posti in pozzi, bare di pietra, catacombe o tombe di legno. Durante la prima metà dell'ultimo millennio precristiano, il ferro fu introdotto in Russia e il circolo culturale più significativo è quello degli Sciti, le cui magnifiche tombe testimoniano i contatti con i Celti dell'Europa centrale e gli Etruschi d'Italia, nonché con i Greci e le culture preorientali, compresa l'Assiria. Fortemente influenzata dagli Sciti, la cultura di Ananjino crebbe intorno a Kama inferiore. Nel 400 d.C. La Russia è di nuovo invasa dai nomadi equestri orientali, gli Unni, e all'incirca nello stesso periodo gli schiavi si sono diffusi nell'Europa orientale. Dal 500 d.C. Durante il periodo nordico di Vendel (550-800 d.C.), le tribù slave commerciavano attivamente con i Vichinghi e la popolazione della Svezia moderna. Sulla strada