Rap

Article

June 28, 2022

Rap (dall'inglese rap, pronunciato [rapː] o [ræp]) o la variante rap è un'espressione vocale in cui il testo viene pronunciato a tempo di musica in modo poetico. Il rap si presenta principalmente nella musica legata all'hip hop. Il rap si trova anche in altri generi come il metal e l'eurodance. Il rap ha le sue origini nella cultura hip hop come uno dei quattro elementi insieme a DJ, breakdance e graffiti. I testi possono riguardare di tutto, dai problemi della società, alla filosofia quotidiana e alla poesia quotidiana, a testi fortemente politici.

Storia

Alla fine del XIX secolo, gli schiavi africani svilupparono il blues, che sarebbe diventato le radici di generi musicali come il rock, il jazz e l'hip hop. In Africa occidentale, secoli prima che esistessero gli Stati Uniti, i cosiddetti griots, cioè poeti cantanti, cantavano storie ritmiche usando strumenti come i tamburi. Negli Stati Uniti la tradizione è stata mantenuta viva e sono state eseguite varie variazioni di poesia, spesso improvvisate, in musica. Tra le altre cose, è stato sviluppato un sottogenere del blues chiamato "talking blues". Fino ad oggi, la tradizione musicale afroamericana ha sempre incluso varie forme di poesia ritmica parlata, in particolare jazz, blues, R&B, funk, ecc. La parola rap esiste in inglese da diverse centinaia di anni, dove il significato è cambiato, ma ha significato qualcosa come "dire". Rap era una parola gergale popolare nell'inglese afroamericano negli anni '60, dove il significato era approssimativamente "parlare", ed era anche usato dai musicisti come termine musicale per quando i cantanti, ad esempio, chiamavano i musicisti e loro rispondevano ( c.d. chiamata e risposta). James Brown, George Clinton e altri artisti funk chiamavano le loro rime ritmiche e la poesia rap già negli anni '60. Negli anni '60, il rap è stato ulteriormente sviluppato e la "parola parlata". Durante la metà del XX secolo, la cultura musicale caraibica è stata influenzata dai ricorrenti cambiamenti nella musica americana. Il transistor, inventato nel 1957, iniziò ad essere utilizzato nelle radio nei primi anni '60 e portò, ad esempio, i giamaicani ad ascoltare le stazioni radio americane. Artisti come Fats Domino hanno realizzato canzoni con un accenno al ritmo ska che è diventato rapidamente la musica popolare dominante in Giamaica negli anni '60. Anche prima che si trasformasse in reggae, c'erano famosi disc jockey che gestivano le discoteche mobili all'angolo delle strade (camion con sistema musicale e altoparlanti sul pianale) chiamate sistemi audio e che erano di proprietà di vari studi di registrazione. I disc jockey hanno chiacchierato e cantato sulle versioni strumentali parziali che erano sui lati B dello skasinglar. Questi disc jockey hanno "sommerso" il poco che era rimasto della canzone, e l'abbreviazione di questo "Talk Over Artist Stylee" ha dato vita al nome brindisi. Il brindisi divenne il proprio stile musicale quando le canzoni iniziarono a essere prodotte principalmente per vari tostapane popolari, che erano passati dal solo commentare i ballerini e commercializzare il singolo a brindare su notizie, politica, religione, lotta dei neri per l'uguaglianza, la moda e Tutto quanto. U-Roy è il "nonno" del brindisi, e altri primi artisti furono Big Youth, I-Roy, Prince Far I, Dillinger, Lone Ranger e altri. Negli anni '70, questa musica è "tornata" negli Stati Uniti e ha influenzato il rap.

Riferimenti

Ulteriori letture

Hager, Steven: Hip hop. La storia illustrata della breakdance, della musica rap e dei graffiti. St Martins, New York 1984. Toop, David: The Rap Attack. Dal jive africano all'hip hop newyorkese. Pluto Press, Londra 1984.