Parmenide di Elea

Article

August 15, 2022

Parmenide, nato intorno al 520/515, morto intorno al 460/455 aC, era un filosofo nato nella colonia greca di Elea nell'Italia meridionale. Parmenide è uno dei filosofi greci del periodo classico. È uno dei più importanti tra i presocratici. La sua opera "On Nature", una poesia sull'esametro, è solo parzialmente conservata.

Apprendimento

Parmenide credeva che la nostra percezione del mondo intorno a noi, che è creato dai nostri organi di senso, fosse sbagliata e che esistesse una vera realtà che esiste indipendentemente dai nostri sensi. Insegnò inoltre che esiste solo ciò che esiste. Ciò che non esiste non è esistito, non esiste ora e non esisterà in futuro. Sulla base di questo, intendeva dire che l'essere, la materia, è sempre esistito e sempre esisterà perché nulla può essere creato dal nulla. Parmenide ha quindi sostenuto che anche l'idea dell'inesistente non è possibile. Ciò significa che i vuoti sono qualcosa che non esiste, il che a sua volta significa che non può esserci movimento, perché il movimento richiede che i vuoti vengano riempiti. Non è solo il movimento che esige il vuoto, l'inesistente, ma anche il cambiamento e la diversità. Non possono esserci più oggetti, poiché questi richiedono vuoti che li separino l'uno dall'altro. Poiché non c'è vuoto e quindi nulla che li delimita, può esserci un solo oggetto. Una delle conclusioni più importanti di Parmenide fu l'idea che la realtà sia un globo, immobile e immutabile. Parmenide rifiuta ogni cambiamento. Una sintesi alternativa riguardante, tra l'altro, la percezione di Parmenide della natura della realtà è la seguente: Parmenide crede che una percezione della realtà si basi su come si manifesta davanti ai nostri sensi, la mutevole diversità degli oggetti, l'inesistente, l'intimo, l'inesistente, il non sostanziale, il variabile, il creato, non è corretto e esiste una realtà verificabile che esiste e causa continuamente diversità. La conclusione più importante e verificabile di Parmenide è che la realtà, l'essere, è un tutto esistente, immutabile e completo. Mette in guardia contro il pensiero abituale. Parmenide fondò la scuola d'élite e uno dei suoi discepoli fu Zenone.

Note e riferimenti

Austin, Scott (2007) Parmenide e la storia della dialettica: tre saggi , Parmenide Publishing, ISBN 978-1-930972-19-3 Bakalis Nikolaos (2005) Manuale di filosofia greca: da Talete all'analisi e ai frammenti stoici , Trafford Publishing, ISBN 1-4120-4843-5 Barnes, Jonathan (1978). I filosofi presocratici (due volumi). Routledge e Kegan Paul Čapek, Milič (1991) I nuovi aspetti del tempo, Kluwer Cordero, Nestor-Luis (2004) Per essere, è: la tesi di Parmenide. Parmenide Editore, ISBN 978-1-930972-03-2 Cordero Néstor-Luis (ed.) Parmenides, Venerable and Awesome (Platone, Theaetetus 183e) Las Vegas: Parmenides Publishing 2011. Atti del Simposio Internazionale (Buenos Aires, 2007), ISBN 978-1-930972-33-9 Allan H. Coxon; I frammenti di Parmenide: un testo critico con introduzione e traduzione, l'antica testimonianza e un commento. Las Vegas, Parmenide Publishing (nuova edizione di Coxon 1986) (2009). ISBN 978-1-930972-67-4 Curd, Patrizia (2004). L'eredità di Parmenide: monismo eleatico e pensiero presocratico successivo , Parmenide Publishing, ISBN 978-1-930972-15-5 (Prima edizione Princeton University Press 1998) Davide al galoppo. (1991) Parmenide di Elea - Frammenti, University of Toronto Press. Heidegger, Martin, Parmenide (trad. André Schuwer e Richard Rojcewicz, Indiana University Press, 1992) Hermann, Arnold (2005) Illustrato per pensare come Dio: Pitagora e Parmenide - Le origini della filosofia, Parmepenis Publishing. ISBN 978-1-930972-17-9 Hermann, Arnold (2010) Parmenide di Platone: testo, traduzione e saggio introduttivo, Parmenide Publishing. ISBN 978-1-930972-71-1 Geoffrey Kir