Accesso libero

Article

June 25, 2022

L'open access (anche free access, free access o open access, ecc.; inglese: Open access - OA) è un modello per pubblicare informazioni scientifiche e materiale didattico su Internet senza alcun costo per il lettore. Accesso aperto significa che l'autore concede a chiunque il diritto di leggere, collegare, scaricare, stampare, copiare, distribuire ed eseguire l'opera in forma digitale nel rispetto del diritto d'autore senza fini di lucro dell'autore, ovvero che l'autore è dichiarato e l'opera non è distorto. Si può fare una distinzione tra accesso libero che è libero, accesso gratuito per l'utente, e libero, accesso che è sia libero che libero da alcune, ma non tutte, restrizioni sul diritto d'autore e sulla licenza.Il movimento dell'accesso aperto si è concentrato principalmente su su articoli scientifici sottoposti a revisione paritaria, ma il termine può essere applicato anche a lavori scientifici non revisionati (cosiddetti preprint), dissertazioni e tesi, dati di ricerca, codice sorgente, presentazioni, monografie scientifiche, libri di testo e altro materiale didattico, opere di narrativa, giornali , archivi, immagini e opere stampate digitalizzate .. In svedese si usa solitamente il termine inglese open access, ma il disegno di legge di ricerca del governo per il 2012 usa il termine open access e talvolta anche free access.

Come pubblicare apertamente - la via verde e quella dorata

Di solito si parla di due percorsi paralleli per aprire l'accesso: il percorso dorato e il percorso verde. Il percorso d'oro significa che pubblichi su riviste scientifiche aperte (riviste ad accesso aperto) in cui un articolo diventa immediatamente disponibile pubblicamente. Le riviste scientifiche aperte funzionano come le riviste scientifiche tradizionali sotto tutti gli aspetti, tranne per il fatto che l'accesso è aperto. Hanno lo stesso tipo di controllo di qualità e possono anche variare in status e prestigio. Per definizione, non possono essere finanziati dal lettore che paga per ottenere l'accesso digitale, ma in molti altri modi, ad esempio attraverso il sostegno di un'istituzione o facendo pagare un compenso all'autore o meglio al suo finanziatore. L'autore si riserva normalmente il diritto di diffondere ulteriormente il suo lavoro quando lo pubblica in una rivista aperta. Una variante della via d'oro è che l'autore paga solo per rendere disponibile gratuitamente il proprio articolo in una rivista che altrimenti ha un accesso limitato, che si chiama modello ibrido. La via verde significa che l'autore pubblica il suo articolo su una rivista tradizionale, ma in più ne rende disponibile gratuitamente una copia in un archivio aperto, che a volte viene chiamato pubblicazione parallela. Gli archivi aperti possono essere collegati a un'istituzione, di solito un istituto di istruzione superiore, o essere basati su un'area disciplinare. La capacità dell'autore di pubblicare una copia liberamente disponibile dipende dalla politica della rispettiva rivista. La maggior parte delle riviste consente agli autori di pubblicare copie dei propri articoli, ma spesso con restrizioni. Di solito l'autore può pubblicare il suo script revisionato e approvato, ma non il PDF dell'editore. A volte un deposito può essere effettuato solo dopo un certo tempo dalla pubblicazione sulla rivista. Questo si chiama embargo.

Sfondo

Le riviste scientifiche esistono dalla fine del XVII secolo. Hanno diverse funzioni: divulgare i risultati della ricerca, determinare chi è il primo con un progresso scientifico, rivedere e garantire la qualità scientifica, dare riconoscimento e status all'autore e costituire un archivio permanente per la ricerca in un determinato campo. Le riviste scientifiche sono pubblicate da editori che possono essere commerciali o senza scopo di lucro, come società o istituzioni scientifiche. L'avvento di Internet ha fatto sì che sempre più riviste diventassero gradualmente disponibili in versioni elettroniche. I maggiori editori hanno scelto di e