Norvegia

Article

July 3, 2022

La Norvegia (norvegese: Norge (bokmål) o Noreg (Nynorska); Sami settentrionale: Norga; Lule Sami: Vuodna; Sami meridionale: Nöörje), formalmente Regno di Norvegia, è una monarchia costituzionale dell'Europa settentrionale, a ovest della Svezia sullo scandinavo penisola. Oltre alla Svezia, la Norvegia ha un confine terrestre con la Russia e la Finlandia nelle parti più settentrionali. Le vicine isole di Svalbard, Björnön e Jan Mayen sono sotto l'autonomia norvegese e fanno parte del regno, mentre Bouvetön nell'Atlantico meridionale e l'isola di Pietro I nel Pacifico meridionale sono subordinate alla Norvegia ma non contano come parte dell'impero. La Norvegia ha anche rivendicato la terra della regina Maud in Antartide. Il nome del paese è scritto Norvegia in Nynorsk, in norreno Norðrvegr, Norvegr, Noregr, "la strada per il nord" (cfr. l'inglese "Norvegia", l'antico inglese "Norþweg"). La forma "Norvegia" deriva probabilmente dall'antico dativo "Norvegia".La Norvegia è una delle nazioni che hanno fondato l'alleanza militare NATO nel 1949 e ne fa ancora parte e partecipa annualmente ad alcune esercitazioni militari congiunte sotto la comune bandiera della NATO.

Storia

Storia antica

La Norvegia divenne un regno unito durante gli anni 1000 e durante il periodo di massimo splendore del 13° secolo aveva la supremazia sulle Isole Faroe, Isole Shetland, Isole Orcadi, Ebridi, Man, Islanda e Groenlandia, il cosiddetto Impero Norvegese. Secondo alcuni storici, la Grande Depressione del 1349 fu un duro colpo e il paese fu messo in ombra dai suoi vicini. Attraverso l'Unione di Kalmar (1397-1523) e il matrimonio con la famiglia reale danese, la Norvegia passò sotto l'influenza danese. L'originaria nobiltà norvegese declinò drasticamente e perse influenza.Durante gli anni con la Danimarca, la Norvegia perse alcuni dei suoi antichi territori nel XVII secolo, le province di Bohuslän (Båhuslen), Jämtland (Jemtland), Härjedalen (Herjedalen), le parrocchie di Idre (Idre) e Särna (Serna) in Svezia. Le guerre napoleoniche, con la Danimarca come alleata della Francia, segnarono la fine del tempo dei danesi in Norvegia. Al congresso di pace di Kiel nel 1814, la Norvegia fu costretta a unirsi a un'unione di personale con la Svezia, ma senza le isole del Nord Atlantico. Tuttavia, forti obiezioni nazionali portarono a una costituzione norvegese e all'elezione di Kristian Fredrik come re il 17 maggio 1814. Ma il principe ereditario svedese, in seguito re Karl XIV Johan, rifiutò di riconoscere l'indipendenza della Norvegia e la Svezia passò all'offensiva. Dopo alcune settimane di guerra, il 14 agosto 1814 a Moss fu firmato un accordo di pace tra Svezia e Norvegia. Attraverso la convenzione di Moss, la Norvegia stipulò un'unione del personale con la Svezia e si formò l'unione svedese-norvegese. Era notevole che la Norvegia non sarebbe più stata una conquista appartenente alla Svezia, ma sarebbe stata un partito alla pari in un sindacato del personale. La Norvegia mantenne la sua nuova costituzione con le modifiche richieste dall'unione e l'Assemblea nazionale Storting elesse il re svedese Carlo XIII come re anche in Norvegia il 4 novembre.

Risoluzione sindacale

La Norvegia divenne completamente indipendente nel 1905 dichiarando unilateralmente la propria indipendenza dall'Unione svedese-norvegese. Questo ha abolito la monarchia comune e la politica estera, che in linea di principio era l'unica area di politica comune. In precedenza, la carica di governatore era stata abolita, ma il principe ereditario o suo figlio, che avesse raggiunto la maggiore età, potevano ancora essere viceré di Norvegia allo scioglimento dell'unione. Inoltre, alcune decisioni sono state prese dal re a Stoccolma con l'attuale ministro di Stato norvegese. Entro il 1890, l'insoddisfazione della Norvegia per l'unione era aumentata notevolmente. Il fatto che la Svezia abbia ripetutamente negato alla Norvegia la propria politica estera e il proprio sistema di consolati ha contribuito a ciò. Quest'ultimo era praticamente di grande importanza per la significativa marina mercantile norvegese. Tutto culminò nella decisione di Storting nel 1905 che Oscar II non poteva più essere contato o agire come re norvegese perché giustificava il suo rifiuto alle dimissioni del governo dicendo che non poteva nominare un nuovo governo, dopo che il governo si era dimesso per protesta