Cigno selvatico più piccolo

Article

August 14, 2022

Il cigno comune minore (Cygnus columbianus) è una specie di uccello che appartiene ai cigni. In apparenza, è un'edizione più piccola del cigno selvatico, con soprattutto un collo più corto e piccoli accenni di giallo sul becco. Nidifica circumpolare nella tundra artica nel nord della Russia e nel nord del Nord America. La specie è classificata come vitale.

Aspetto

Il cigno selvatico più piccolo è il cigno più piccolo. Misura 115-150 centimetri di lunghezza. La sottospecie nordamericana è leggermente più grande, con una lunghezza media di 132 centimetri, un'apertura alare di 168 centimetri e un peso di 6,6 chilogrammi. Il cigno selvatico più piccolo (bewickii) mostra una piccola differenza clinica nelle dimensioni, poiché diventa più grande più a est nella sua area di nidificazione. Tuttavia, esemplari ben misurati si trovano solo nelle popolazioni occidentali. Svensson et al. Il 2009 afferma che misura 115-127 centimetri e ha un'apertura alare di 170-195 centimetri ed è simile al cigno selvatico. In costume da adulto, ha un piumaggio completamente bianco, zampe nere e frattura del becco gialla. Tuttavia, è più piccolo, ha un collo più corto e ha una forma del corpo più rotonda. Il becco è di colore nero contro la punta. A differenza del cigno selvatico, la parte nera predomina sempre su quella gialla e nella sottospecie nordamericana columbianus il becco è quasi completamente nero.

Suono

Come il suo parente più grande, il cigno selvatico minore è un uccello loquace con suoni simili. Tuttavia, sono più leggeri, più morbidi e leggermente ricurvi, simili ai segnali di abbaio di un cane o di clacson. Inoltre, non vengono ripetuti in serie ma vengono ascoltati singolarmente o in coppia di seguito. Distribuzione e sistematica I cigni selvatici più piccoli nidificano circumpolari nella tundra artica. Si verifica in due sottospecie distinte. La forma del candidato ha una distribuzione quasi artica e bewickii un Artico pallido. Il cigno della tundra (C. c. Columbianus) - nidifica lungo le coste dell'Alaska settentrionale e occidentale e del Canada settentrionale. Sverna su tutta la costa occidentale degli Stati Uniti, in Texas e sulla costa orientale tra Cape Cod e Cape Fear. Cigno selvatico minore (C. c. Bewickii) - nidifica nella tundra eurasiatica, dalla penisola di Kola fino alla foce del fiume Kolyma nella Siberia orientale. L'intera area di riproduzione si trova quindi nel nord della Russia. In autunno, questi uccelli si spostano attraverso il Mar Bianco e il Mar Baltico a sud e svernano sulle rive del Mare del Nord, in Inghilterra e in Irlanda. Un'altra parte della popolazione trascorre l'inverno sul Mar Caspio, sul Lago d'Aral e nell'Asia orientale.Alcune autorità trattano le due sottospecie come due specie separate.

Evento in Svezia

Il cigno selvatico più piccolo attraversa la Svezia in numero minore all'inizio di aprile e alla fine di ottobre, principalmente nella parte sud-orientale del paese.

Ecologia

I cigni selvatici più piccoli nidificano nelle paludi della tundra artica. Nella zona di svernamento sta spesso vicino alla costa. I cigni selvatici più piccoli si nutrono di piante acquatiche ed erba. All'inizio, quando i piccoli vengono nutriti, anche gli insetti svolgono un ruolo importante. Al di fuori della stagione riproduttiva, il cigno selvatico minore è molto socievole, ma durante la stagione riproduttiva delimitano i loro territori.

Allevamento

All'età di tre o quattro anni, gli uccelli formano coppie che stanno insieme per il resto della loro vita. Di solito iniziano a riprodursi all'età di cinque o sei anni. La femmina depone da quattro a sei uova e le incuba per circa un mese. I giovani uccelli sono pronti a volare dopo sette-dieci settimane.

Stato e minacce

La specie ha una vasta area di distribuzione e una grande popolazione. Sulla base di questi criteri, l'IUCN classifica la specie come vitale (LC). La popolazione mondiale è stimata in 317.000-336.000 individui. Lo sviluppo complessivo della popolazione non è chiaro, con alcune popolazioni in declino, altre in aumento o stabili.I cigni selvatici più piccoli sono minacciati dal degrado e dalla perdita di ambienti umidi a causa di ristagni idrici, fuoriuscite di petrolio, estrazione di torba, crescita eccessiva, abbattimento e combustione di canne ed eutrofizzazione. Si ritiene che la popolazione dell'Europa nordoccidentale sia particolarmente sensibile al cambiamento degli usi dei suoi habitat e ai cambiamenti climatici