Libano

Article

August 11, 2022

Il Libano (in arabo لُبْنَان, Lubnān), formalmente Repubblica del Libano, è un paese del Medio Oriente sulla costa orientale del Mediterraneo. Il paese confina con la Siria a nord e ad est e con Israele a sud. La capitale del Libano è Beirut. La parola Libano significa bianchissimo o montagna di neve nell'ebraico antico. Il nome si riferisce probabilmente alle montagne innevate dell'entroterra.

Storia

Articolo principale: Storia del Libano La costa del Mediterraneo orientale ha una lunga storia. Le prime civiltà della storia mondiale, Egitto e Mesopotamia, erano in stretto contatto con l'area. Città come Biblo, Sidone e Tir erano ricche e furono la patria dei Fenici. Tuttavia, l'area era spesso una parte subordinata di imperi più grandi: Egitto, Assiria, Babilonia nell'antichità, impero persiano, impero di Alessandro Magno, impero romano nell'antichità e regni arabo e ottomano nel Medioevo europeo e in tempi coloniali. A seguito dell'intervento della Francia a metà del XIX secolo, il Libano fu dichiarato indipendente, una provincia separata dalla Siria nell'Impero ottomano. L'area del Libano è stata proclamata uno stato separato nel 1920 sotto il mandato NF francese (État du Grand Liban) con gli attuali confini del paese. Quando l'ONU si unì ufficialmente il 24 ottobre 1945, a seguito della ratifica della Carta delle Nazioni Unite da parte dei cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza dell'ONU, di cui sia la Siria che il Libano erano membri fondatori, il mandato francese scadde in quella data e fu raggiunta la completa indipendenza. Le ultime truppe francesi furono ritirate nel dicembre 1946. Il patto nazionale non scritto del Libano del 1943 stabiliva che il presidente del paese sarebbe stato un cristiano maronita, il suo presidente sarebbe stato un musulmano sciita, il suo primo ministro sarebbe stato un musulmano sunnita e il suo vicepresidente e vice primo ministro sarebbe stato greco-ortodosso. stabilità e disordini combinati con prosperità basata sulla posizione di Beirut come centro regionale della finanza e del commercio.Il Libano ha partecipato alla guerra arabo-israeliana del 1948 dopo la dichiarazione dello stato di Israele, che è stato il preludio al conflitto israelo-libano. L'arrivo dei palestinesi nel 1948-1949 e 1970-1971 ha sconvolto il delicato equilibrio. C'erano grandi contraddizioni tra i privilegiati e gli svantaggiati: drusi, sciiti, sinistra musulmana e alcuni cristiani. Questi gruppi, che si erano uniti nel Movimento Nazionale, chiedevano riforme e secolarizzazione. Nel 1975 scoppiò una sanguinosa guerra civile, che durò 16 anni. Si è conclusa in connessione con l'intervento militare della Siria. Nel 1982 il Libano fu invaso dai soldati israeliani dopo 4 anni di combattimenti al confine tra Libano e Israele e nello stesso anno raggiunsero la capitale libanese Beirut, che secondo Israele sarebbe stata attaccata per ritrovare i leader dell'OLP. I soldati israeliani hanno lasciato il Libano nel maggio 2000 dopo molti anni di combattimenti, ma sono rimasti nell'area contesa di Shebaa. Dopo l'assassinio dell'ex primo ministro Rafiq Hariri nel febbraio 2005, la Siria è stata costretta a lasciare il Paese e il 26 aprile le ultime truppe siriane hanno lasciato il Libano. Le libere elezioni parlamentari del giugno 2005, le prime in 29 anni senza forze di occupazione siriane nel paese, sono state una grande vittoria per l'opposizione anti-siriana, guidata dal figlio di Hariri assassinato, Saad Hariri.Nonostante gli israeliani abbiano lasciato il sud del Libano nel 2000, le relazioni tra Israele e Libano ad essere tesa lungo il confine. Questo perché Israele ha imprigionato dei libanesi in Israele. Il governo libanese sostiene che le fattorie di Shebaa sono ancora sotto l'occupazione israeliana e gli israeliani affermano che l'area appartiene a loro. Israele ha in diverse occasioni bombardato obiettivi civili all'interno del Libano sospettati di collaborare con l'OLP o Hezbollah e ha violato lo spazio aereo libanese facendo volare aerei da combattimento a bassa quota sulla capitale Beirut, facendo saltare così la barriera del suono. Il conflitto si è intensificato nel 2006 (vedi Israele-Libano-k