latino

Article

August 13, 2022

Il latino, in latino lingua latīna o latīnus sermo, è la lingua che era la lingua scritta nell'Impero Romano e che durante il Medioevo e fino ai tempi moderni era la lingua scritta dominante in Europa. La differenza tra lingua parlata e scritta nell'Impero Romano era già ampia e accelerata all'inizio. Il termine latino volgare è usato quando ci si riferisce al volgare romano. Le iscrizioni più antiche conservate risalgono al V secolo a.C. Il nome della lingua deriva dalla regione italiana che anticamente si chiamava Lazio (oggi Lazio). Il latino è una lingua indoeuropea all'interno del gruppo linguistico delle lingue italiane. La forma più antica di latino è chiamata latino antico o latino antico, e alla fine fu divisa in lingua della classe superiore, latino classico e volgare nell'impero romano, latino volgare. Il latino classico fu sempre più sostituito dal latino volgare man mano che la rete stradale cadde in rovina durante gli ultimi giorni dell'Impero Romano. Fu solo durante l'impero franco nell'VIII secolo che le comunicazioni migliorarono nell'Europa occidentale, ma a quel punto le differenze dialettali nel latino volgare erano diventate così grandi che la gente comune aveva difficoltà a capirsi. Dal IX secolo in poi, i dialetti possono essere visti come lingue diverse, le lingue romanze. Il latino classico è stato a lungo utilizzato come lingua scritta internazionale della scienza e come lingua franca in gran parte d'Europa. Nella sistematica, il latino è usato insieme al greco per i nomi scientifici di animali, piante e altre specie, ed è anche usato per i nomi di malattie e in anatomia. Inoltre, la conoscenza di base del latino è ancora importante per comprendere la storia europea e le lingue europee. L'insegnamento del latino è ancora disponibile in Svezia sia nella scuola secondaria superiore che nelle università. Nel 2009, il quattordicesimo congresso internazionale sul neo-latino si è svolto all'Università di Uppsala, quando 200 esperti provenienti da molti paesi hanno discusso l'ultimo sviluppo del neo-latino.Il latino classico è spesso visto come una lingua estinta, ma non è mai stata una lingua viva quando i romani al di fuori di una ristretta élite parlavano la loro lingua madre latino volgare. Con la trasmissione ininterrotta attraverso le generazioni dal latino volgare alle moderne lingue romanze, può essere visto come una lingua viva. Tuttavia, molti stanno ancora studiando il latino, lingua ufficiale dello Stato della Città del Vaticano.

Storia

Il latino fa parte del gruppo linguistico italiano insieme ad es. le lingue estinte Fallico, Osk e Umbro. Il latino appartiene al ramo delle lingue latinofaliche. Le lingue italiane furono portate nella penisola italiana da tribù migratorie durante l'800 o il 700 a.C. Il dialetto parlato nel Lazio intorno al fiume Tevere - dove avrebbe avuto origine l'antica civiltà romana - si è sviluppato in latino. Il latino classico è solitamente attribuito al periodo approssimativo del 175 a.C. - 200 dC Il latino che si parlava nella tarda antichità, intorno al periodo 200 - 700, è solitamente chiamato latino tardo. Questo si trasformò gradualmente nel latino medievale, che con alcune sovrapposizioni viene solitamente attribuito al periodo intorno al 600 - 1500. Sebbene la letteratura romana sopravvissuta dall'antichità sia costituita quasi esclusivamente dal latino classico, l'effettiva lingua parlata della gente comune nell'Impero Romano d'Occidente consisteva in latino volgare. Il latino classico era una versione piuttosto raffinata della lingua parlata. La differenza sta nel livello di stile; in quasi tutte le lingue, una lingua ufficiale nasce dopo un'ampia comprensione della lettura. Il latino è stato per lungo tempo la lingua legale e amministrativa dell'Impero Romano. Ma allo stesso tempo, il greco classico era una seconda lingua dell'élite istruita, poiché gran parte della letteratura e della filosofia studiate dalla classe superiore erano scritte in greco. Nella metà orientale dell'impero - che sarebbe diventato l'impero bizantino - dopo la definitiva divisione tra Occidente e Oriente nel 395, il greco sostituì infine il latino come lingua legale e amministrativa; era stata per lungo tempo la lingua franca della parte orientale