Cultura

Article

July 1, 2022

La parola cultura deriva dal latino cultura che significa grosso modo 'lavorazione', 'coltivazione' e 'formazione' e che a sua volta deriva da colo 'coltivare'. Il termine ha acquisito un significato molto ampio e in senso lato si riferisce a tutta l'attività umana. La cultura, tuttavia, ha due significati principali: coltivazione spirituale (artistica) o modelli di vita trasmessi socialmente. Nella geografia culturale, il significato più ampio è usato come tutta l'attività umana. Il significato originale di "cultura" si trova, ad esempio, in coltura batterica. La cultura è anche definita come modelli di vita come lingua, arte, valori e istituzioni in una popolazione che viene trasmessa socialmente di generazione in generazione. La cultura è stata definita "il modo di vivere di un'intera società". In quanto tale, include modelli di comportamento, costumi, abbigliamento, religione, rituali, giochi, norme di leggi e sistemi morali, nonché sistemi di credenze e arti. La cultura si riferisce spesso a una capacità umana universale di classificare e comunicare le esperienze materialmente e simbolicamente. L'elevata capacità culturale è stata considerata una caratteristica distintiva dell'uomo.

Concetto

In svedese, il termine cultura è usato secondo due principali interpretazioni:

Il concetto umanistico di cultura

Il concetto di cultura umanistico e artisticamente orientato è anche chiamato concetto qualitativo di cultura. La cultura in questo senso si avvicina di più all'espressione "coltivazione spirituale". Il concetto di cultura in questo senso si riferisce in particolare alle espressioni orientate alla qualità dell'intrattenimento e della creazione artisticamente correlata e di un certo filosofare. Il concetto ha un significato vicino alle forme d'arte: sta vicino a certi generi di creazione culturale; principalmente letteratura, arte, musica, arti performative e cinema, ma anche design e architettura. Il termine politica culturale si riferisce alla cultura solo in senso umanistico. Il concetto umanistico di cultura è anche una comprensione popolare comune della cultura. È questo significato che viene utilizzato nei giornali che hanno parti culturali e nei programmi culturali alla radio, alla televisione e simili.

Il concetto culturale delle scienze sociali

Il concetto di cultura delle scienze sociali è anche chiamato concetto antropologico o quantitativo di cultura. Secondo questa visione scientifica, la cultura si riferisce a definizioni più ampie o più ristrette di modelli di vita socialmente trasmessi in un gruppo di individui. Il concetto abbraccia l'intera comprensione umanistica, ma aggiunge anche molti altri aspetti (confronta socioculturale) e che distinguono un gruppo dall'altro. La cultura, soprattutto in antropologia e archeologia, può riferirsi anche a una civiltà in sé. Nelle scienze sociali si parla anche di culture diverse quando si intende una tribù che ha coltivato e coltivato un territorio, ad esempio la cultura dell'Indo, la cultura dei nativi americani, l'alta cultura egiziana e così via. Il concetto di cultura delle scienze sociali a volte include tutto ciò che non è biologico che distingue un gruppo di persone da un altro, inclusi componenti come oggetti materiali, sistemi statali, militari ed economici. È comune oggi, tuttavia, limitarlo a norme, valori, atteggiamenti e apprendimento sociale. Nelle concezioni idealistiche, la cultura è enfatizzata come un mondo di concetti. In tali contesti, ci si concentra sulla cultura come mondo di simboli; sull'apprendimento e su come i simboli sono disposti e percepiti. Nelle scienze sociali, le differenze tra le culture possono essere misurate sia qualitativamente che quantitativamente. Una conseguenza di ciò è che si può contare anche su sottoculture o sottoculture, che esprimono una programmazione culturale comune all'interno di un gruppo più piccolo, come parte di uno più grande. Ci sono alcune differenze nella comprensione e nell'enfasi tra le diverse discipline. In antropologia si usano tradizionalmente definizioni molto ampie, ma in tempi recenti si sono orientate verso comprensioni come "sistemi di simboli che creano ordine e significato". in sociola