Improvvisazione di contatto

Article

June 26, 2022

La contact improvisation è stata sviluppata a livello internazionale dal 1972 e può essere descritta come una forma di movimento o una forma di danza molto libera che attribuisce grande importanza all'improvvisazione congiunta. I partecipanti, due o più persone, giocano con il peso, l'equilibrio e la gravità tenendosi in contatto con diverse parti del corpo e influenzandosi a vicenda nei movimenti e nella postura. Ci sono tecniche per dare e prendere peso, sollevare, cadere, volare, rotolare, scivolare e stare su e giù. Gli incontri per praticare la contact improvisation sono solitamente chiamati "jam". Puoi partecipare alla jam ballando, esercitandoti, riposando o guardando. Usi spesso vestiti morbidi e pantaloni che vanno sopra le ginocchia in modo da poter scivolare sul pavimento. Alcuni hanno le ginocchiere e la maggior parte balla a piedi nudi. Ci sono anche esempi di contact improvisation utilizzata come arte performativa. Ci sono festival, workshop e altri tipi di luoghi di incontro per la contact improvisation in Svezia e nel resto del mondo.

Storia

Il ballerino e coreografo americano Steve Paxton ha creato questa forma di movimento utilizzando il suo precedente allenamento di aikido. Insieme a molti altri pionieri come Nancy Stark Smith, Danny Lepkoff, Lisa Nelson, Karen Nelson, Nita Little, Andrew Harwood e Ray Chung, ha partecipato alla creazione di uno sport artistico che ha orientamenti diversi a seconda di chi lo pratica e in quale contesto. : danza sperimentale, forma teatrale, strumento pedagogico, danza sociale. Nel 1975, i ballerini che hanno lavorato con Steve Paxton hanno preso in considerazione la possibilità di brevettare la Contact Improvisation per controllare l'insegnamento e la pratica della forma di danza, principalmente per motivi di sicurezza. L'idea è stata respinta per creare invece un forum di comunicazione: è diventata la newsletter fondata da Nancy Stark Smith, che è stata sviluppata nella rivista Contact Quarterly, che continua ad essere pubblicata dalla onlus Contact Collaborations.

Vedi anche

Danza postmoderna Parkour

Riferimenti

Letteratura

Novack, C, J. (1990) Condividere la danza: Contact Improvisation e cultura americana. University of Wisconsin Press. ISBN 0-299-12444-4 Pallant, C. (2006) Contact Improvisation: un'introduzione a una forma di danza rivitalizzante. McFarland & Company, Inc. ISBN 0-7864-2647-0 Tufnell, M. e Vaughan, D. (1999) Body Space Image: Notes Toward Improvvisation and Performance. Princeton Book Co. ISBN 1-85273-041-2

Collegamenti esterni

contactimprov.com - Informazioni, notizie, discussioni, calendario delle jam internazionali, ecc. contactimprov.net - Informazioni su gruppi e jam in tutto il mondo.