Colonialismo

Article

August 15, 2022

Il colonialismo è la conquista e il dominio da parte di stati o gruppi di, per loro, territori più o meno stranieri, solitamente in altre parti del mondo. Può anche comportare lo sfruttamento, nonché l'introduzione della religione, della lingua, dell'economia e di altre espressioni culturali dei colonizzatori. Secondo alcuni punti di vista è necessaria una migrazione più estesa verso l'area colonizzata per poter parlare di colonialismo, secondo altri basta il dominio. Neocolonialismo o neocolonialismo si riferisce allo sfruttamento economico e politico che avviene senza che il potere coloniale abbia il controllo territoriale diretto.È difficile tracciare una linea netta tra espansionismo tradizionale e colonialismo. Stati, tribù ed etnie più forti hanno sempre cercato di espandere il proprio territorio a spese di concorrenti più deboli. L'influenza e lo sviluppo culturale, politico e tecnologico sono fortemente legati agli impegni coloniali. Un modo in cui le potenze colonizzatrici usavano per subordinare la cultura nativa delle colonie è fare della propria lingua la prima lingua. Alcuni esempi sono giapponesi in Corea; Inglese in India, Kenya, USA e diversi stati; Spagnolo in America Latina e arabo in Nord Africa. Le comunità religiose, i partiti politici e la letteratura che erano consentiti nella madrepatria sono stati in alcune fasi vietati nelle colonie. Durante la prima e la seconda guerra mondiale, le truppe coloniali hanno spesso partecipato alle forze armate del paese ospitante.

Termini e definizioni

Il concetto di colonialismo è difficile da definire e delimitare. È spesso usato in modo incoerente e confuso con termini correlati. Il colonialismo è spesso confuso con l'imperialismo. Un altro concetto difficile da separare dal colonialismo è la migrazione; il graduale processo di immigrazione in alcune parti dell'attuale Australia e degli Stati Uniti che è stato chiamato "colonialismo" sarebbe oggi chiamato "immigrazione irregolare". Secondo alcune definizioni, per poter parlare di colonialismo è necessaria una migrazione estesa. Secondo una visione eurocentrica, il colonialismo è limitato al controllo politico degli europei sui territori non europei. Tuttavia, la storia mondiale è piena di esempi di società che si sono espanse gradualmente incorporando nuovi territori e stabilendo la propria popolazione in territori appena conquistati. Non si può quindi dire che il colonialismo sia limitato a un certo tempo o luogo: sono state proposte molte definizioni diverse di colonialismo. Una definizione del dizionario recita "controllo da parte di un potere su un territorio o persone dipendenti" così come "una politica che sostiene o basata su tale controllo". L'antropologo Ronald Horvath ha proposto la definizione:

Conseguenze

Nel corso della storia umana, le espansioni coloniali hanno spesso comportato conquiste e saccheggi e, in alcuni casi, guerre di sterminio. A volte la popolazione dei nuovi territori è stata fortemente decimata da nuove malattie che accompagnavano i colonizzatori, come è successo in Sud America. Come conseguenza della colonizzazione, sono sorte anche influenze tecnologiche, politiche e culturali, soprattutto nei casi in cui la potenza conquistatrice cercava di stabilire un controllo permanente su un'area. Questa influenza ha sempre mirato a stabilire un rapporto a tutti i livelli (culturale, politico, economico) in cui la colonia è subordinata e serve la madrepatria, principalmente con materie prime pregiate. L'economia delle colonie era quindi costruita per funzionare in primo luogo a beneficio della madrepatria. Molto spesso si trattava di un'economia completamente concentrata su uno o pochi beni di esportazione, che dopo l'indipendenza hanno contribuito a rendere il paese in svantaggio rispetto al resto del mondo. C'era molta schiavitù in Africa durante il colonialismo europeo. Tuttavia, la schiavitù era molto diffusa anche prima del colonialismo europeo. In cambio, fu durante la fase finale della divisione dell'Africa tra le grandi potenze europee che venne abolita, non di rado come argomento per