La classificazione climatica di Köppen

Article

August 15, 2022

La classificazione climatica di Köpen è uno dei sistemi di classificazione climatica più utilizzati. Fu pubblicato per la prima volta dal climatologo russo-tedesco Wladimir Köppen nel 1884, con diverse successive modifiche dello stesso Köppen, la più significativa delle quali ebbe luogo nel 1918 e nel 1936. Successivamente, il climatologo tedesco Rudolf Geiger collaborò con Köppen alle modifiche alla classificazione sistema, motivo per cui a volte viene chiamato per la classificazione climatica Köppen – Geiger. Durante gli anni '60, il sistema di classificazione del clima di Trewartha fu considerato una modifica del sistema di Köppen, nel tentativo di affrontare alcune delle carenze del sistema di Köppen. In particolare, la zona climatica delle medie latitudini era troppo ampia. Il sistema si basa sul concetto che la vegetazione autoctona è la migliore espressione del clima. Pertanto, i confini della zona climatica sono stati scelti tenendo conto della distribuzione della vegetazione. Combina le temperature e le precipitazioni medie annuali e mensili, nonché la variazione stagionale delle precipitazioni.

Divisione

Il sistema ha cinque tipi principali di clima, che sono indicati in lettere maiuscole: A: Clima tropicale B: clima di Arida C: temperatura calda D: clima temperato freddo E: Clima polare Aggiungendo una o più lettere minuscole alle lettere maiuscole dei principali tipi di clima, i principali tipi vengono suddivisi in sottotipi: a: L'estate b: Estate calda c: Estate fresca d: Estate fresca, freddo invernale estremo h: secco e caldo k: Inverno secco e freddo f: pioggia tutto l'anno m: piogge monsoniche s: pioggia invernale w: Pioggia estiva

Gruppo A: Clima tropicale

I criteri di classificazione per il gruppo A sono che tutti i mesi dell'anno dovrebbero avere una temperatura media superiore a 18 ° C e una piovosità annua superiore o uguale a 1500 mm. Le foreste pluviali della terra rientrano in questo gruppo.

Gruppo B: clima di Arida

I criteri di classificazione per il gruppo B sono che l'evapotraspirazione potenziale dovrebbe essere maggiore della precipitazione. Le aree più aride della terra rientrano in questa categoria. Il gruppo ha i sottotipi: BW: Clima di Arida - i deserti rientrano in questa categoria BS: Clima Semiarida - steppa e savana rientrano in questa categoria

Gruppo C: Temperatura calda

I criteri di classificazione per il gruppo C sono che le estati dovrebbero essere umide e calde e gli inverni freddi o miti. Il gruppo ha il sottotipo: Cs: clima mediterraneo, con estati secche e inverni piovosi.

Gruppo D: Clima temperato freddo

I criteri di classificazione per il gruppo D sono che la temperatura media dovrebbe essere superiore a 10 ° C nel mese più caldo e inferiore a -3 ° C nel mese più freddo.

Gruppo E: Clima polare

I criteri di classificazione per il gruppo E sono che la temperatura mensile dovrebbe essere inferiore a 10 ° C tutto l'anno. Il gruppo ha i sottotipi: ET: Clima della tundra, dove almeno un mese ha una temperatura media superiore a 0°C. C'è erba e vegetazione simile, ma non alberi. EF: Clima glaciale dove la temperatura media mensile non supera mai gli 0°C, e la neve/ghiaccio permane tutto l'anno. Non c'è vegetazione.

Fonti

Bogren, Jörgen; Torbjörn Gustavsson, Göran Loman (2008). Clima e meteo. Letteratura studentesca

Collegamenti esterni

Wikimedia Commons ha media relativi alla classificazione climatica di Köppen. "Principali tipi di clima della Terra". SMHI. Pubblicato il 13 febbraio 2009. Aggiornato il 23 aprile 2014. http://www.smhi.se/kunskapsbanken/klimat/jordens-huvudklimattyper-1.640. Leggi il 7 luglio 2015.