Joe Biden

Article

May 28, 2022

Joseph Robinette Biden Junior (nato il 20 novembre 1942 a Scranton, Pennsylvania) è un avvocato e politico democratico americano e il 46° e attuale presidente degli Stati Uniti. Ha assunto la carica di presidente il 20 gennaio 2021, dopo aver vinto le elezioni presidenziali degli Stati Uniti 2020. Biden ha rappresentato il Delaware al Senato degli Stati Uniti dal 1973 al 2009 ed è stato rieletto al Senato sei volte, unendosi alla lista dei senatori nella storia americana che hanno servito più anni al Senato. È stato vicepresidente degli Stati Uniti durante la presidenza di Barack Obama 2009-2017. È considerato un democratico di centrodestra o di destra (in inglese si usa il termine "democratico moderato"), a differenza di più democratici di sinistra o "progressisti" come Bernie Sanders ed Elizabeth Warren.

Crescita e inizio carriera

Joe Biden è nato il 20 novembre 1942 a Scranton, in Pennsylvania. I suoi genitori erano il venditore di auto Joseph Robinette Biden Sr. e Catherine Eugenia Biden, nata Finnegan. Era il primo figlio del gruppo di fratelli che alla fine sarebbe diventato in numero di quattro. Sua madre aveva radici irlandesi. I nonni Joseph H. Biden e Mary Elizabeth Robinette parlavano inglese, francese e irlandese. Joe Biden è cresciuto nel nord-ovest del Delaware dall'età di 11 anni, quando la sua famiglia si è trasferita lì. All'Università del Delaware a Newark, Biden ha conseguito una laurea in storia e scienze politiche nel 1965 e una laurea in giurisprudenza presso la Syracuse University nel 1968. Nel 1970 è diventato avvocato e due anni dopo, nel 1972, è stato eletto il Senato per la prima volta. Il 27 agosto 1966, Biden sposò Neilia Hunter, una studentessa della Syracuse University. Era contro la volontà dei suoi genitori che lei sposasse un cattolico. Il matrimonio ha avuto luogo in una chiesa cattolica a Skaneateles, New York. Hanno avuto tre figli insieme: Joseph R. "Beau" Biden III (1969–2015), Robert Hunter Biden (nato nel 1970) e Naomi Christina "Amy" Biden (1971–1972). Gli anni al Senato Durante i suoi primi anni al Senato, dal 1972 in poi, Biden si è concentrato sulla tutela dei consumatori e sulle questioni ambientali. È stato anche coinvolto nel dibattito sull'uso degli studenti per contrastare la segregazione, sul fatto che i bambini di colore andassero in alcune scuole e i "bianchi" in altre scuole, facendo sì che il Partito Democratico alla fine si astenesse dal sostenere quel metodo. In politica estera, Biden si è concentrato sul disarmo e sul controllo degli armamenti. Dopo che il Congresso non è riuscito a firmare l'accordo SALT II firmato dal leader sovietico Leonid Brezhnev e dal presidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, Biden ha preso l'iniziativa incontrando il ministro degli Esteri sovietico Andrei Gromyko per affrontare gli interessi e le preoccupazioni degli Stati Uniti. Riuscì anche ad assicurarsi una serie di modifiche agli scritti sulla base delle obiezioni e delle critiche della "Commissione per le relazioni con l'estero" Al Senato fu, tra l'altro, membro della commissione per le relazioni estere, dove si oppose alla guerra in Iraq nel 1991 e nel 1995. Joe Biden è stato per molti anni membro della commissione giudiziaria del Senato degli Stati Uniti. Tra le altre cose, è stato il suo presidente dal 1987 al 1995. Durante il suo periodo di presidenza, il comitato aveva sul tavolo due casi della Corte Suprema particolarmente controversi. La nomina di Robert Bork nel 1987 e la nomina di Clarence Thomas nel 1991. Joe Biden ha contribuito a una serie di nuove leggi complete durante gli anni '90, tra cui le seguenti: "The Law on Violent Crime and Law Enforcement from 1994", una legge sul crimine e le forze dell'ordine, è stata originariamente scritta da Joe Biden e adottata come legge americana nel 1994. La legge era molto completa e consisteva di 35