Geografia

Article

August 13, 2022

La geografia è la scienza che descrive l'aspetto della superficie terrestre, spiega perché ha questo aspetto e mette questo in relazione a come l'attività umana influenza ed è influenzata dalla terra. La parola geografia deriva dal greco, γη (ge) o γαία (gea), che significa rispettivamente "terra" e "suolo", e γραφειν (grafene), che significa "scrivere" o "descrivere". cercano solo risposte su come è modellata la terra, ma cercano anche di determinare perché questi luoghi nello spazio sono proprio lì e se sono finiti lì per la cura della natura o per l'influenza umana. Il grande concetto di geografia comprende molto di più del ramo di ricerca della cartografia, spesso erroneamente equiparato alla geografia. La scienza della geografia può quindi essere divisa in due sottorami, geografia naturale e geografia culturale (a volte chiamata anche geografia sociale). Entrambi i rami sono interdisciplinari con elementi di, ad esempio, idrologia, scienze della terra, climatologia, sociologia e matematica. Lo strumento di analisi più importante dei geografi moderni è il Geographic Information Systems (GIS). Il GIS è utilizzato in analisi spaziali di vario genere. La geografia naturale è arrivata a utilizzare il GIS in misura maggiore rispetto alla geografia culturale. La geografia culturale è stata successivamente adottata dal GIS, ma ora il GIS viene utilizzato sempre di più, soprattutto nella pianificazione della comunità.

Storia della geografia

La prima cultura conosciuta a sviluppare attivamente la geografia come scienza era l'antica Grecia. Ad esempio, ad Anassimandro di Mileto fu detto che sarebbe stato il primo a vivere intorno al 550 a.C. disegnò una mappa della terra e del mare. Erodoto di Alicarnasso (484-424 a.C.) scrisse un gran numero di testi geografici. Anche Claudio Tolomeo (ca. dal 100 al 175 d.C.) raccolse informazioni topografiche e diede le ragioni per disegnare le mappe. I romani svilupparono quindi tecniche cartografiche avanzate mentre esploravano nuove aree. Durante il Medioevo, gli arabi Muhammad al-Idrisi, Ibn Battuta e Ibn Khaldun svilupparono principalmente le tecniche inventate dai greci e dai romani, e svilupparono anche le proprie tecniche. In Europa, invece, l'interesse per la geografia è diminuito. La scienza è stata mantenuta in vita in Cina e in Oriente. Solo dopo i viaggi di scoperta di Marco Polo l'interesse per la geografia tornò ad aumentare in Europa. I lunghi viaggi di scoperta nel corso dei secoli XVI e XVII hanno rianimato l'interesse per la geografia, quindi principalmente mappe più dettagliate e idee più teoriche. Durante il cosiddetto Illuminismo, la geografia divenne una scienza riconosciuta. La geografia divenne una disciplina accademica consolidata nelle università di tutta Europa (tra cui Parigi e Berlino). Nel corso del XIX secolo si formarono diverse associazioni geografiche, tra cui la French Société de Géographie nel 1821, la British Royal Geographical Society nel 1830, la Russian Geographical Society nel 1845 e l'American Geographical Society nel 1851 e la National Geographic Society nel 1888. Diversi scienziati come Immanuel Kant, Alexander von Humboldt, Carl Ritter e Paul Vidal de la Blache furono coinvolti nello sviluppo della geografia da argomento filosofico a accademico. George Perkins Marsh (1801-1882) ha sottolineato già nel 1864 che l'impatto umano sulla Terra è importante per la geografia. Élisée Reclus (1830-1905) sviluppò il ramo secondario della geografia sociale e Albrecht Penck (1859-1945) fu significativo per l'istituzione della geomorfologia. Nel corso del XX secolo sono state create diverse sottodiscipline, che sono state divise in due rami principali, geografia naturale e geografia culturale. Dagli anni '60, la geografia è stata sempre più utilizzata per le decisioni politiche, ad esempio per la pianificazione urbana e paesaggistica o per la pianificazione ambientale.

Geografia naturale

Nella geografia naturale si studia la geografia fisica, che si occupa del substrato roccioso, del suolo, del terreno, dell'acqua e del clima, e la geografia biologica, che si occupa della distribuzione geografica degli organismi sulla superficie terrestre. Vedi anche geoscienza.

Geografia fisica

La geografia fisica è un sa