Genere

Article

May 22, 2022

Un genere (pronuncia svedese / ˈɧaŋer / dal francese, genere / ʒɑ̃ʀ /, "ordinamento" o "tipo") è una direzione o subordinazione di una forma d'arte. Il termine è usato per classificare le espressioni all'interno di diverse forme d'arte. La parola genere è un prestito dal latino genere, classe, genere, nascita, genere. In estetica, è spesso contrapposto all'originalità. Il francese Roland Barthes ha lanciato un nome alternativo: linguaggio del design. a cui attribuiva forma vincolata dalla classe, dal tempo e altro.

Teorie del genere

Le definizioni del termine genere si sono moltiplicate fin dall'antichità. Secondo l'approccio classico, che compare in A proposito dell'arte della poesia di Aristotele con diverse opere, i generi sono sistemi di classificazione generici, in cui una forma d'arte è suddivisa in subordinati. Questi subordinati sono inoltre caratterizzati da norme diverse sia nella forma che nel contenuto. Dal XVIII secolo sono state presentate definizioni alternative, soprattutto che i generi non possono essere rigorosamente distinti l'uno dall'altro. Un'altra definizione sostenuta da E.D. Hirsch è che i generi sono tipi, cioè che le diverse opere di un genere possono avere caratteristiche, ma che sono comunque identificate dalla loro somiglianza con altre opere del genere. Definizioni simili sono apparse durante il Rinascimento in Italia, dove erano definite specie; in seguito è stato suggerito da Bennison Gray, tra gli altri, che le specie siano classificate nel genere, questo simile alla tassonomia scientifica (vedi sistema sessuale di Linneo), e altri ancora che i generi debbano essere intesi come parentela, che certi tratti familiari si può distinguere. Quest'ultima teoria è sostenuta da Ludwig Wittgenstein, ed è un ulteriore sviluppo della teoria del genere di Hegel basata sull'ordine naturale e l'essenza dell'arte. Alcuni ricercatori all'inizio del XX secolo erano critici nei confronti del concetto di genere; tra questi Benedetto Croce, che si dichiara "pseudonormativo". Alastair Fowler definisce i generi come tradizioni, "una sequenza di influenze e imitazioni e codici ereditati che collegano le opere". I generi cambiano, dice Fowler, perché non possono essere descritti in modo troppo dettagliato senza una considerazione storica, poiché sono allo stesso tempo parte del patrimonio culturale. Generi per forma d'arte

Generi in letteratura

Gli studi letterari e la poetica dividono tradizionalmente la letteratura in tre generi principali: poesia, epica e dramma. Le forme d'arte narrativa, compreso il cinema, sono state da allora divise in commedie e tragedie; in origine questi erano sottogeneri del dramma. Da allora sono emersi altri sottogeneri nelle arti narrative, come la letteratura horror o il romanticismo. I generi letterari possono essere basati su contenuto (romanzo giallo, romanzo d'amore, romanzo di pastori), forma (romanzo sperimentale, romanzo letterario), stile (realismo magico, umorismo), gruppo target (libro per bambini, romanzo per ragazzi), autore (opera letteratura, el boom), ancoraggio nella realtà (romanzo chiave, romanzo storico), scopo (romanzo di idee, letteratura di intrattenimento) e altro ancora. Dal 19° secolo, la saggistica e la saggistica di alta qualità stilistica sono state sempre più riconosciute come letteratura. Di conseguenza, è sorta una divisione generale in generi tra, da un lato, saggistica o saggistica e, dall'altro, finzione.

Generi nelle arti visive

Nelle arti visive sorgono spesso malintesi quando concetti come "immagine di genere" e "pittura di genere" non hanno un significato simile alla parola "genere". Per genere si intende un certo tipo di motivo, come la pittura di paesaggio, i ritratti o le nature morte. In composizioni come la pittura di genere, la pittura di genere, la pittura di genere, l'arte di genere, si fa riferimento a immagini con motivi della vita quotidiana.

Generi nei giochi per computer

Anche nei giochi per computer, i giochi sono spesso divisi in generi. I tipi di gioco possono essere, ad esempio, strategia, sparatutto in prima persona o arcade. Di seguito è riportata una selezione di generi nei giochi per computer. Strategia Arcade Sparatutto in prima persona (di solito abbreviato FPS, ma da non confondere con i fotogrammi al secondo, che viene spesso utilizzato anche in connessione