Vaccino contro il covid-19

Article

May 22, 2022

Un vaccino covid-19 è un vaccino che ha lo scopo di conferire immunità alla malattia covid-19. Prima della pandemia di covid-19, erano stati avviati i lavori per sviluppare un vaccino contro il coronavirus SARS e MERS e alcune conoscenze sulla struttura e sulla funzione del coronavirus erano state accelerate, il che ha accelerato lo sviluppo di un vaccino contro il covid-19. Dicembre 2020, un totale di 57 candidati vaccini soggetti a studi clinici, di cui 40 negli studi di Fase I - II e 17 negli studi di Fase II - III. Negli studi di fase III, diversi vaccini covid-19 hanno mostrato un'elevata efficacia, con un effetto protettivo di circa il 95% rispetto a nessun trattamento. L'UE e gli Stati Uniti hanno approvato due vaccini mRNA (Comirnaty di Pfizer/Biontech e COVID-19 Vaccine Moderna di Moderna). Inoltre, cinque vaccini aggiuntivi sono stati approvati da alcune autorità farmaceutiche nazionali: due vaccini inattivati ​​convenzionali (BBIBP-CorV di Sinopharm e Coronavac di Sinovac) e tre vaccini vettori virali (Sputnik V del Gamaleya Research Institute, Vaxzevria dell'Università di Oxford e Astra Zeneca , e Ad26.COV2).S di Janssen-Cilag International). La vaccinazione di massa è iniziata nel Regno Unito l'8 dicembre 2020 e in Svezia il 27 dicembre 2020. Molti paesi hanno implementato piani di distribuzione passo dopo passo che danno la priorità a coloro che sono più a rischio di sintomi gravi, come gli anziani e quelli ad alto rischio. rischio di esposizione e trasmissione, come gli operatori sanitari. Entro il 7 febbraio 2021, in tutto il mondo erano state somministrate circa 128 milioni di dosi di vaccino contro il covid-19 sulla base dei rapporti ufficiali delle autorità sanitarie nazionali. Pfizer, Moderna e Astra Zeneca hanno previsto una capacità produttiva di 5,3 miliardi di dosi entro il 2021, che potrebbero essere utilizzate per vaccinare circa 3 miliardi di persone (perché i vaccini richiedono due dosi per un effetto protettivo contro il covid-19). A dicembre 2020, i paesi avevano preordinato oltre 10 miliardi di dosi di vaccino. Circa la metà di queste dosi erano state ordinate da paesi ad alto reddito, i cui abitanti costituiscono solo il 14% della popolazione totale mondiale.

Sfondo

A partire da gennaio 2020, subito dopo il sequenziamento del DNA del virus SARS-CoV-2 in Cina, sono stati avviati numerosi progetti di sviluppo per sviluppare un vaccino contro il covid-19. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha dichiarato a febbraio che un vaccino non sarebbe disponibile in meno di 18 mesi, ma si è rivelato più veloce. Tra gli altri, la Coalition for Epidemic Preparedness Innovation ha finanziato lo sviluppo di vaccini candidati selezionati all'inizio del 2020. Nel maggio 2020, l'OMS ha organizzato una trasmissione televisiva per raccogliere 80 miliardi di corone svedesi da quaranta paesi per sostenere il rapido sviluppo dei vaccini. All'inizio di agosto 2020, erano in fase di sviluppo 100-150 vaccini candidati, a seconda di come si conta, di cui 23-31 negli studi clinici. Ad aprire la strada è stata Astra Zeneca e l'Università di Oxford (Jenner Institute e Oxford Vaccine Group) con il vaccino AZD1222, che ha iniziato gli studi di Fase III a giugno. Nell'estate del 2020, alcune altre aziende avevano candidati vaccini o con preparativi di vasta portata per sperimentazioni di fase III, ad esempio Pfizer/Biontech e Moderna. L'8 dicembre 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità ha elencato 52 candidati al vaccino, che sono poi stati sottoposti a studi clinici in alcune fasi, di cui 13 nella fase finale, fase III. Inoltre, c'erano 162 candidati al vaccino nella valutazione preclinica.

Cooperazione internazionale

COVID-19 Tools Accelerator (ACT Accelerator), o la collaborazione globale per accelerare lo sviluppo, la produzione e l'accesso equo al nuovo vaccino contro il covid-19, [spiegazione necessaria], è un'iniziativa del G20 annunciata il 24 aprile 2020. Il 10 settembre, 2021, il lavoro dell'ONU e dell'Unione Europea ha riunito il lavoro dell'ACT Accelerator, che aveva ricevuto $ 2,7 miliardi su un totale di $ 35 miliardi ritenuti necessari per garantire i 2 miliardi di dosi di vaccino covid-19, 245 milioni di trattamenti e 500 milioni