Burskap

Article

June 28, 2022

Burship, dalla borghesia medio-bassa tedesca, era fino al momento dell'applicazione della libertà d'impresa in Svezia nel 1864 il diritto legale di esercitare una professione in una città e godere dei benefici che spettavano ai cittadini. per condurre affari, artigianato o commercio ma anche obblighi, come il pagamento delle tasse alla città (vedi lingua borghese), la partecipazione ai vigili del fuoco e la fornitura di alloggi per i soldati. Burship si è verificato in Svezia (dove l'istituto esiste ancora) e Finlandia e in altri paesi con un nome diverso (vedi variazioni regionali di seguito). In Svezia oggi, la borsa di studio ha principalmente un valore di status e offre l'opportunità di ricevere sostegno da alcune fondazioni e fondi. Le decisioni sulle borse di studio sono prese dal consiglio comunale o dal suddetto consiglio comunale. Il trattamento delle questioni relative alla borsa di studio è stato considerato un esercizio di autorità e il diritto alla borsa di studio è stato considerato, da professori e tribunali, un diritto civile ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, della Convenzione europea. Ciò significa che un richiedente ha il diritto di avere una controversia sulla borsa di studio processata in un processo equo in tribunale, per cui devono essere effettuati sia un test di legalità che di idoneità. La decisione comunale sulla borsa di studio va impugnata come denuncia amministrativa e non come denuncia comunale, in ogni caso se "vi sono evidenti effetti di natura economica legati alla borsa di studio nel comune".

Etimologia

Burskap è un'espressione storica svedese, documentata fin dal XIV secolo. La parola svedese a sua volta deriva dalla borghesia medio-bassa tedesca (dove búr, casa, significava cittadino) - confrontare con il latino burscapium e il tedesco Bürgerschaft.

Storia

Vincere una borsa di studio

I cittadini erano coloro che possedevano borse di studio come commercianti, artigiani o altri commercianti. Burship era generalmente disponibile solo per uomini adulti. Una vedova che gestiva l'azienda potrebbe, tuttavia, rilevare la tenuta del marito defunto, e nell'ordinanza del 1720 è stato stabilito che "Mastro Enkia può mantenere Handtvärcket e Wärckstaden, purché sieda a Enkia e si comporti onestamente, senza alcuna obiezione; e l'Anziano fu obbligato a ottenere la sua gente come l'appartamento e l'occasione lo consentirono "(§ 13). Ci sono voluti tempi antichi per possedere terreni in città, al fine di vincere borse di studio. Chiunque fosse nato in una famiglia borghese poteva, di regola, ricevere automaticamente borse di studio a una certa età. Allo stesso modo, la borsa di studio potrebbe essere concessa a coloro che si sono sposati in una famiglia borghese. C'erano anche i cosiddetti contingenti cittadini, che dopo aver pagato la cosiddetta imbarazzato, per breve tempo commerciato con il permesso del magistrato, senza possedere borghesia fuori dal paese, e non per opprimere o corrompere chi non ha commesso reati. Successivamente, i cittadini vincitori della borghesia giurarono fedeltà, omaggio e giuramento di fedeltà. Il giuramento della borghesia cessò di essere utilizzato negli anni 1870 e i giuramenti per la borghesia furono finalmente aboliti dalla legge nel 1896. In diversi settori, i requisiti per la borsa di studio erano diversi. Per i produttori, non esistevano requisiti legali per le competenze professionali. Non c'erano inoltre requisiti per gli anni completati di istruzione e servizio per i produttori, ma questi avrebbero dimostrato che avevano imparato il mestiere che intendevano perseguire. Tra gli artigiani, la borsa di studio era solitamente richiesta per un periodo come apprendista e poi un periodo di accompagnamento di tre anni, dopo di che la persona diventava maestro. Tuttavia, c'erano delle eccezioni e l'orologiaio Johan Barkman, che tra l'altro ha lavorato con l'orologio per la Cattedrale di Gustavi, è uno di questi. Secondo un sondaggio di Malmö, dell'artigianato lì, gli apprendisti hanno prestato servizio in media per 4,2 anni (l'ordinanza sulle piste prevedeva 3-5 anni), ma vi erano variazioni significative e ti