Cinema a Stoccolma

Article

May 28, 2022

I primi tentativi di sale cinematografiche permanenti a Stoccolma furono fatti alla fine del 1890 dopo che il direttore della fotografia era stato dimostrato all'Esposizione di Stoccolma nel 1897. Prima di allora, erano per lo più circolari che mostravano il cinema come una sorta di curioso intrattenimento. Nel 1905 Stoccolma aveva dieci sale cinematografiche e alla fine del 1909 il numero era salito a 25 sale cinematografiche permanenti. Nel 1943, c'erano la maggior parte dei cinema nella città di Stoccolma (110). Nel 2009, era sceso a una decina, escludendo i cinema nelle aree suburbane di Stoccolma che sono stati costruiti solo dopo il 1943. La maggior parte delle visite al cinema, 16,8 milioni, sono state registrate nel 1956. Il cinema più antico in funzione è Zita, costruito già nel 1913 con il nome di Vinter-Palatset. Oggi i più belli sono il Teatro Skandia, inaugurato nel 1923 e costruito su disegno dell'architetto Gunnar Asplund. È stato descritto dagli esperti di arte contemporanea come un capolavoro ed è uno dei pochi cinema singoli rimasti in città. Dal 2001 lo Skandia-Teatern è stato riportato alle sue condizioni originali ed è protetto dalla legge sull'ambiente culturale.

Il film sta arrivando a Stoccolma

Prima del 1890 non c'erano saloni cinematografici permanenti a Stoccolma. Non c'era nemmeno quello che oggi chiamiamo film, ma potevi mostrare gli eventi in immagini di icone stereoscopiche e ottiche da sci. Alla fine del XIX secolo, c'era una fila di mutoscopes nel Birger Jarl Passage (guardaroba con fotografie che davano l'illusione di movimento quando venivano aperti). Finora, erano dispositivi divertenti senza molto significato che venivano esibiti nei parchi di divertimento. La prima dimostrazione al mondo della nuova invenzione "il direttore della fotografia" ebbe luogo a Parigi il 28 dicembre 1895. Fu organizzata dai fratelli Auguste e Louis Lumière. Louis Lumière aveva progettato un dispositivo in grado di registrare e riprodurre immagini di film. La prima proiezione cinematografica svedese per il pubblico ebbe luogo in occasione di un'esposizione industriale a Pilstorp fuori Malmö il 28 giugno 1896. Erano trascorsi sei mesi dalla prima mondiale a Parigi. Il 21 luglio 1896, un fotografo francese ha mostrato il "Cinematographer" con fotografie a colori in movimento a grandezza naturale al Tivoli di Stoccolma su Södra Djurgården. Questa "invenzione completamente nuova" è stata descritta come un miracolo. La grande svolta per il film a Stoccolma è arrivata con l'Esposizione generale di arte e industria nell'estate del 1897. Tra le molte attrazioni c'erano anche le proiezioni di "immagini dal vivo". Si è svolto in una stanza speciale che si trovava all'interno della città in miniatura della Vecchia Stoccolma e può essere vista come il primo salone cinematografico della città. Era stato preparato dal farmacista e venditore di foto Numa Peterson e da suo figlio Mortimer. La sala ospitava circa 60 persone ed era denominata "Lumières Kinematograf i Gamla Stockholm". La proiezione del film è stata organizzata da Numa Peterson, che aveva una concessione per il cinematografo dei fratelli Lumière e per i loro film in Svezia. A partecipare alle prime proiezioni di film è stato il fotografo cinematografico francese Alexandre Promio, che, per conto di Lumière, ha girato il mondo per presentare e commercializzare il nuovo mezzo. Il biglietto d'ingresso era di 50 öre per gli adulti e 25 öre per i bambini e la durata del programma era di circa 15-20 minuti. I segmenti di film erano di solito lunghi solo pochi minuti e consistevano principalmente di registrazioni francesi come reportage, azione, farse e vari trucchi cinematografici. È stato un grande successo di pubblico!Oltre alle produzioni francesi, è stato proiettato anche un lungometraggio di attualità; Lo sbarco del re del Siam a Logårdstrappan. Il film parlava dell'arrivo del re Chulalongkorn del Siam con lo sloop Vasaorden a Logårdstrappan fuori dal castello di Stoccolma, dove viene ricevuto dall'Oscar II. Il film è stato girato il 13 luglio 1897 da Ernest Florman ed è stato proiettato il 19 luglio 1897 nel programma del direttore della fotografia della mostra. Il film è considerato il primo film girato interamente in Svezia. La sequenza del film si è conclusa con le immagini della HMS Drott, la caccia reale di Oscar II. Un altro contributo attuale è stato H. M. L'arrivo del re alla mostra, che è stato filmato da Alexandre Promio il 15 maggio 1897 e che è la f svedese