Bengt "Bengan" Johansson

Article

May 28, 2022

Bengt Petter "Bengan" Johansson, nato il 25 giugno 1942 nel consiglio comunale di Halmstad, è morto l'8 maggio 2022 nel distretto di Söndrum nel comune di Halmstad, è stato un allenatore di pallamano e giocatore di pallamano svedese. È uno dei capitani della nazionale più meritevoli nel mondo della pallamano di tutti i tempi. Durante il suo periodo come capitano della squadra nazionale per la nazionale maschile svedese, dal 1988 al 2004, la squadra ha vinto 13 medaglie in 16 campionati internazionali (olimpiadi, coppa del mondo e campionati europei).

Biografia

Primi anni

Bengt Johansson si è laureato ad Halmstad nel 1963. Dopo il bagnino, la scuola per cadetti, la formazione per ufficiali di riserva e gli studi universitari in sociologia e psicologia, si è formato come direttore di ginnastica presso la School of Gymnastics and Sports (GIH) a Stoccolma nel 1966–1968. Per entrare in GIH, ha frequentato per la prima volta la ginnastica militare e l'Accademia dello sport 1964–1966 a Stoccolma. Lì aveva Åke Moberg come insegnante di atletica leggera e giochi con la palla.

Carriera giocatore

Parallelamente ai suoi studi, Bengt Johansson ha giocato a pallamano. Il club madre era Halmstad HP ad Halmstad. Durante i suoi studi a Stoccolma, ha suonato per la prima volta ad Halmstad HP, ma ha cambiato club nel 1966 quando è entrato a far parte del GIH al SoIK Hellas. Tornò quindi all'Halmstad HP per una stagione 1970-1971, prima di cambiare club in HK Drott perché era un requisito per le partite della nazionale giocare nella massima lega. Nel 1971-1976, ha concluso la sua carriera da giocatore nell'HK Drott ad Halmstad. 1963-1973, Bengt Johansson ha giocato 83 partite internazionali per la Svezia e ha partecipato ai Giochi Olimpici del 1972 a Monaco di Baviera. Ha anche partecipato a due campionati del mondo, 1967 in Svezia e 1970 in Francia.

Carriera di allenatore

Ha iniziato la sua carriera di allenatore in due club di Stoccolma durante i suoi anni di studio al GIH, IK Hele e il club meridionale IK Silwing. Johansson è stato allenatore in Drott per diversi periodi: 1974–1975 (allenatore di gioco), 1976–1984 e 1985–1988. Durante il suo periodo come allenatore, HK Drott è diventato campione di Svezia cinque volte: 1975, 1978, 1979, 1984 e 1988. Nel 1988, Johansson è stato nominato capitano della nazionale svedese di pallamano maschile. È poi succeduto a Roger "Ragge" Carlsson. Sotto la guida di Johansson, la squadra nazionale ha intrapreso un periodo di grande successo negli anni '90 e all'inizio degli anni 2000. In totale, la squadra ha vinto 13 medaglie in 16 campionati sotto la guida di Johansson. Tra l'altro ha partecipato due volte campione del mondo, nel 1990 e 1999, e quattro volte campione d'Europa; 1994, 1998, 2000 e 2002. L'unico campionato in cui la squadra non ha vinto l'oro è stato ai Giochi Olimpici (Olimpiadi), nonostante la squadra abbia perso un totale di sole tre partite olimpiche in tre campionati. Erano le tre finali olimpiche nel 1992, 1996 e 2000. I successi furono poi ineguagliati nel mondo della pallamano. Il periodo dal 1990 al 2002 è stato definito il secondo periodo di grandezza nello sport della Svezia (il primo della Svezia è stato dal 1954 al 1964). Successivamente, i successi sono stati superati dall'era francese solo dalla fine del 21° secolo in poi. Durante il periodo di Johansson, la squadra nazionale venne chiamata scherzosamente "Bengan Boys". La formazione ha subito pochi cambi durante il periodo e molti dei giocatori si sono comportati bene anche dopo i 35 anni di età. I giocatori chiave includevano Magnus Wislander, Per Carlén, Erik Hajas, Ola Lindgren, Magnus Andersson, Staffan Olsson e Stefan Lövgren. In tutto, la nazionale svedese ha giocato 471 partite ufficiali internazionali sotto la guida di Bengt Johansson. Nel 1998 la sua nazionale è stata premiata con il Bragdguldet, dopo l'oro EC in Italia lo stesso anno.L'ultimo campionato di Bengt Johansson è stato il torneo EC nel gennaio 2004, in Slovenia. La squadra ha poi concluso al settimo posto. Per la prima volta durante l'era di Johansson, la squadra non ha vinto una medaglia in due campionati consecutivi. Il 7 giugno 2004, l'ultima partita internazionale è stata giocata con Johansson come capitano della nazionale. Gli successe il 3