agosto Strindberg

Article

May 21, 2022

Johan August Strindberg, nato il 22 gennaio 1849 a Stoccolma, morto il 14 maggio 1912 a Stoccolma, è stato uno scrittore svedese. Per quattro decenni, Strindberg è stato una figura di spicco nella Svezia letteraria. Era controverso e spesso coinvolto in conflitti personali. Tra le sue opere ci sono una serie di romanzi, racconti e drammi considerati classici della letteratura svedese, ed è considerato uno degli autori più importanti della Svezia. A livello internazionale, tuttavia, è meglio conosciuto come drammaturgo. Fu anche attivo come artista visivo e dipinse e fotografò, anche se ciò fu notato principalmente dai posteri.Strandberg fu molto produttivo, nonostante periodi di improduttività, e pioniere in diversi generi. È generalmente considerato un innovatore della lingua svedese. Strindberg apparteneva alla cerchia dei cosiddetti anni Ottanta ed era in parte coinvolto nelle problematiche del nascente movimento operaio. Dedicò anche periodi di tempo alla ricerca indipendente e caparbia nel campo della scienza e dell'occultismo.

Biografia

Johan August Strindberg nacque nella casa di Sundhetskollegiet a Riddarholmen a Stoccolma il 22 gennaio 1849. Strindberg era il terzo figlio di otto anni nel primo matrimonio di suo padre. Dopo la demolita casa natale, Strindberg ha chiamato l'opera teatrale Brända Tomten. Nel 1851 la famiglia si trasferì a Klarakvarteren e nel 1856 a Norrtullsgatan 14. Il padre di Strindberg, Carl Oscar Strindberg, era un commissario di battelli a vapore e responsabile del traffico merci sui canali Mälaren e Göta. Madre Eleonora Ulrika Norling era un'ex locandiera che aveva lavorato alla locanda di Liljeholmen. Prima del matrimonio, ha lavorato come domestica per Carl Oscar, da cui il titolo The Maid's Son, ma la casa non era così proletaria come Strindberg voleva che apparisse. Carl Oscar la sposò nel 1847. La sua pietà ebbe una forte influenza sull'autore. La zia di Strindberg, Lisette Strindberg, era sposata con il pioniere dei battelli a vapore Samuel Owen. Da bambino, Strindberg era calmo e tranquillo. Il padre era severo e Strindberg crebbe in una casa caratterizzata da disciplina, devozione e interesse culturale. Durante la sua infanzia si dedicò alla lettura, agli studi scientifici e alla floricoltura. Nel 1856 iniziò a frequentare la scuola di Klara. Il 30 dicembre 1861, Strindberg scrisse una lettera sul suo amico Flodcrantz che attraversò il ghiaccio di Brunnsviken e annegò. La notte tra il 19 e il 20 marzo 1862, la madre muore e Strindberg ne scrive una lettera al fratello Oscar il 22 marzo. Strindberg ha avuto un brutto rapporto con suo padre, che si è ulteriormente deteriorato dopo la morte della madre. L'anno successivo, il padre si risposò con la trentenne Emilia Charlotta Peterson, che era la governante ventiduenne della famiglia e che Strindberg arrivò a odiare. Col senno di poi, però, l'immagine dell'Emilia è cambiata. Strindberg si diplomò al liceo privato Stockholm High School nel 1867. Dopo aver terminato la scuola, iniziò a frequentare l'Università di Uppsala, ma lasciò dopo solo mezzo semestre perché era infelice e non aveva soldi. Si è poi mantenuto per un periodo come insegnante di scuola elementare e poi come informatore mentre studiava per diventare medico. Ha poi cercato di diventare un attore ed è diventato una comparsa al Teatro Drammatico, ma ha deciso nel 1870 di tornare a Uppsala. Fu questa volta che Strindberg iniziò a scrivere. La sua prima opera stampata è l'opera teatrale The Free Thinker (scritta nel 1869, stampata nel 1870 con lo pseudonimo di Härver Ulf) che non fu mai rappresentata. La carriera accademica gli fu impedita dalla sua abitudine di litigare e litigare sempre con gli insegnanti e lasciò la scuola senza laurearsi. Il suo talento di scrittore era considerato promettente e attirò l'attenzione del re Carlo XV, che gli assegnò una borsa di studio nel 1871 per futuri studi universitari. Nella raccolta di racconti Från Fjärdingen och Svartbäcken (187