Argentina

Article

June 25, 2022

L'Argentina, formalmente Repubblica Argentina, (spagnolo: República Argentina, pronuncia: reˈpuβlika arxenˈtina), è il secondo paese più grande del Sud America, formato come una federazione di 23 province e una città indipendente chiamata Buenos Aires. L'Argentina è l'ottavo paese più grande del mondo in superficie ed è la quarta nazione di lingua spagnola in termini di popolazione dopo Messico, Colombia e Spagna. È anche il più grande stato di lingua spagnola del mondo in termini di superficie. La sua piattaforma continentale si estende tra le Ande a ovest e l'Oceano Atlantico a est. L'Argentina confina a nord con Paraguay e Bolivia, a nord-est con Brasile e Uruguay e a ovest e sud con il Cile. L'Argentina rivendica i territori britannici d'oltremare Isole Falkland / Malvinas e Georgia del Sud e Isole Sandwich meridionali. Rivendica anche parte dell'Antartide, anche se il processo di rivendicazione di parti dell'Antartide da parte di diversi paesi è stato interrotto dal Trattato Antartico. L'Argentina ha il più alto indice di sviluppo umano e il più alto PIL pro capite in parità di potere d'acquisto in America Latina. L'Argentina fa parte del G20, con il 30° PIL nominale al mondo e il 23° più grande se si tiene conto del potere d'acquisto. Il paese è classificato come un paese a reddito medio-alto o come un paese emergente secondario dalla Banca Mondiale.

Etimologia

Il nome deriva dal latino argentum che significa "argento", che a sua volta deriva dalla parola greca classica ἀργήντος (argēntos), che è il genitivo di ἀργήεις (argēeis) che significa "bianco", "brillante". aργεντινός (argentinos) era un antico epiteto greco che significava "argento". Il primo uso del nome Argentina può essere fatto risalire all'inizio del XVI secolo, dai viaggi dei conquistatori spagnoli e portoghesi al Río de la Plata, il "Fiume d'Argento".

Storia

I primi europei arrivarono nel 1502. L'Argentina fu colonia spagnola fino al 1816, quando il paese divenne indipendente. Fino ad allora, l'Argentina ha vissuto conflitti interni tra conservatori e liberali, politici e militari. Durante i giovani anni della repubblica, furono commessi massicci abusi contro le popolazioni indigene nel processo di colonizzazione a ovest ea sud, in quelle che sono note come le "campagne del deserto". Diversi popoli furono sterminati, incluso Selk'nam. Dal 1864 al 1870, l'Argentina, insieme al Brasile e all'Uruguay, partecipò alla Guerra della Triplice Alleanza contro il Paraguay. La guerra fu la più sanguinosa nella storia del Sud America e si concluse con una vittoria totale per l'alleanza. Il Paraguay ha perso i due terzi della sua popolazione, di cui quasi tutta la popolazione maschile, oltre a gran parte del suo territorio, 154.000 km² di terra, che è stata divisa tra Brasile e Argentina.

Peronismi

Dal 1946 al 1955 Juan Perón fu presidente dell'Argentina e tornò alla carica nel 1973 ma morì nel 1974. Gli successe sua moglie Isabel Perón, ma fu rovesciata da una giunta militare nel 1976. La guerra sporca Durante questo periodo, l'Argentina fu governata dalla giunta militare argentina 1976-1983. Durante quegli anni di dittatura iniziò una massiccia persecuzione politica con centinaia di migliaia di prigionieri. I gruppi per i diritti umani stimano che fino a 30.000 argentini siano scomparsi, molte volte dopo essere stati torturati in campi simili al famigerato ESMA. Inoltre, sono stati adottati con la forza fino a 500 bambini nati principalmente durante la cattività. La dittatura militare si è indebolita dopo la sconfitta nella guerra delle Falkland nel 1982 e dalle elezioni del 1983 l'Argentina è una democrazia.

Democrazia

Il periodo successivo al ritorno della democrazia è stato caratterizzato da iperinflazione con diffusi disordini sociali a metà degli anni '80, che hanno causato la caduta del governo sotto il presidente Raúl Alfonsín. Il vincitore, Carlos Menem, ha stabilizzato il paese agganciando la valuta del paese al dollaro USA e avviando ampie privatizzazioni di imprese pubbliche, dove in molti casi i proventi della vendita sono stati sottratti da Menem e dai suoi parenti. Ns