antichità

Article

July 1, 2022

L'antichità (dal latino antiquus 'antico, antiquato', da ante 'prima') è un'epoca nella storia del Mediterraneo. Durò da circa 800 aC a circa 500 dC. L'epoca è caratterizzata da una grande influenza culturale dell'antica Grecia e dell'impero romano. Durante l'antichità, il patrimonio culturale occidentale classico si è formato in particolare nella filosofia, nell'arte, nella politica, nell'astronomia e nella matematica. Il cristianesimo si è formato in larga misura durante la tarda antichità e la scienza empirica moderna è sorta solo molto più tardi. Nell'Europa meridionale, ma non necessariamente altrove, l'antichità fu seguita da un declino culturale; il rinnovato interesse per la cultura antica è stato quindi definito una rinascita o rinascita. Nella cultura europea, l'antichità è intimamente associata alla parola classica nel senso di tradizionale e di valore duraturo. Storicamente, l'eredità classica della Grecia e di Roma è stata un ovvio riferimento nell'arte, nella scienza e nella filosofia.

Panoramica storica

L'antichità è stata preceduta dal crollo della tarda età del bronzo e da alcune centinaia di anni di decadenza culturale nel Mediterraneo orientale. L'inizio dell'antichità coincide con la fondazione e la prima diffusione delle varie città-stato greche e italiane intorno all'800-700 a.C. A volte la poesia di Omero viene contata dall'800 aC circa. come l'inizio dell'antichità. L'alfabeto greco è stato anche sviluppato in questo momento. La fine dell'antichità è spesso fissata alla caduta di Västrom nel 476 d.C. Segue poi l'Alto Medioevo. Alcuni contano anche la tarda antichità, intorno al 300-600 d.C., come un'epoca separata, separata, tra l'antichità e il Medioevo. È quindi possibile collocare la fine dell'antichità o intorno al 300 d.C. o 600 dC, a seconda che sia inclusa o meno la tarda antichità. Grecia antica

Tempo arcaico

Periodi 700 - 480 aC caratterizzato dall'emergere di città-stato e dalla colonizzazione ellenica lungo le rive del Mediterraneo e del Mar Nero.

Tempo classico

Gli anni 480 - 323 a.C. è il periodo in cui arte, letteratura e filosofia secondo molti raggiungono il loro apice. La reciproca lotta per il potere delle città-stato contribuisce a farle diventare stati di potere sotto la Macedonia.

Epoca ellenistica

L'era ellenistica 323-30 aC, inizia con la conquista della Persia da parte di Alessandro Magno. Nuovi stati emergono sulla scia di Alessandro: l'impero seleucide, l'impero tolemaico e stati successivi come Pergamon, Bacteria e il Partito. Elleni, Macedoni, Illiri e Traci si stabilirono nei territori e nelle città conquistate come Antiochia, Seleucia e Alessandria quando tutti questi popoli facevano parte dell'impero e dell'esercito di Alessandro. La parte politica dell'era ellenistica termina con l'annessione dell'Egitto da parte di Roma nel 30 a.C. L'ellenismo e la lingua ellenistica sopravvivono e rimangono "lingua franca", una lingua ampiamente utilizzata, per i secoli successivi.

Antica Roma

Re di Roma

Articolo principale: Regno di Roma. 753 aC - 509 aC Secondo il mito, la città di Roma fu fondata il 21 aprile 753 a.C. di Romolo, uno dei due fratelli Romolo e Remo, allevato da una lupa e poi allevato dal pastore Faustolo. Il Regno di Roma terminò quando la Repubblica Romana fu costituita dal rovesciamento di Tarquinio il Superbo nel 509 a.C.

Repubblica

Articolo principale: repubblica romanaLa repubblica romana esisteva dal V secolo aC. per poi salire all'impero 27 aC, quando Augusto divenne imperatore. La parola repubblica ha origine da Roma e quindi nella forma res publica, tradotta direttamente "cosa pubblica".

Età Imperiale - Impero Romano

Articoli principali: Impero Romano, Principato 27 aC - 284 dC e Dominare nel 284 d.C. - 476 dC 27 aC - 500 dC, Ottaviano diventa imperatore dell'Impero Romano e inizia una pace di 200 anni, "pax romana". Durante gli anni '200 il Paese è in crisi sia finanziaria che amministrativa, mentre le frontiere a nord ea est sono minacciate. Anno 395 dC l'Impero Romano è diviso in uno