Licenza software

Article

August 17, 2022

Una licenza software è un documento legale che regola l'uso e la distribuzione del software. Una licenza software concede a un utente finale il permesso di utilizzare una o più copie di un pezzo di software in modo da proteggere tutti i diritti dell'autore. Tutto il software è protetto da copyright ad eccezione di quello che è di pubblico dominio. Il software può anche essere sotto forma di software libero e in forma di shareware. Le licenze software possono essere suddivise in: licenze proprietarie e licenze gratuite e open source.

Software proprietario

Il software proprietario è un software per computer concesso in licenza in base ai severi diritti legali del proprietario del copyright. Al destinatario di questa licenza viene concesso il diritto di utilizzare il software a determinate condizioni, mentre sono vietati altri tipi di utilizzo come la modifica, la ridistribuzione o il reverse engineering.

Storia del software e origine del software proprietario

Fino alla fine degli anni '60, i computer erano macchine mainframe enormi e costose alloggiate in speciali stanze con aria condizionata. In questa forma, a quel tempo, i computer venivano spesso consegnati con il sistema di leasing, prima che facessero parte del sistema di acquisto e vendita. Questo servizio e tutto il software di accompagnamento sono stati spesso forniti e fatturati come uno fino al 1969. Anche il codice sorgente è stato fornito. Gli utenti hanno pubblicato pubblicamente tutto il software sviluppato, senza alcun compenso. Nel 1969, IBM guidò l'intera industria dei computer in un grande cambiamento iniziando a addebitare separatamente hardware e software, nonché per i servizi, cessando di fornire il codice sorgente.

Caratteristiche della licenza proprietaria

La caratteristica principale delle licenze proprietarie è che il produttore del software garantisce l'utilizzo di una o più copie del software se l'utente finale accetta i termini della licenza, mentre il produttore rimane il proprietario di tali copie. Ciò significa che alcuni diritti relativi al software sono riservati dall'autore o dall'editore del software. All'interno di queste licenze, è comune definire alcune questioni relative all'uso e alla distribuzione del software, come il numero consentito di installazioni di una copia, il numero consentito di copie di backup che l'utente finale può eseguire, le condizioni di distribuzione,.. . Senza accettare i termini della licenza proprietaria, l'utente finale non può utilizzare il software protetto in alcun modo.

Le misure restrittive più comuni

Il proprietario di questo tipo di software di solito limita il numero di computer su cui può essere installato il software. Questa misura restrittiva è spesso introdotta attraverso una delle seguenti misure tecniche: introduzione della necessità dell'attivazione del software prima del primo utilizzo su una macchina specifica, introduzione di un numero di serie, di una chiave hardware o di uno dei tipi di protezione anticopia esistenti. Il proprietario può anche distribuire versioni del programma prive di funzionalità o gruppi di funzionalità o versioni in cui sono attivi solo determinati campi. Tali versioni del software sono più spesso distribuite per uso non commerciale e senza scopo di lucro o per scopi didattici. Le misure restrittive variano a seconda della licenza. Per esempio: Windows Vista Starter è limitato all'esecuzione di un massimo di tre applicazioni simultanee. Windows XP può essere installato su un computer e limita a 10 il numero di connessioni per la condivisione di file attraverso la rete. La versione Home di questo sistema operativo disabilita alcune delle funzionalità più avanzate della versione professionale. Molte applicazioni Adobe sono limitate a un utente, ma consentono l'installazione di una copia su ciascun computer desktop e laptop.

Licenze gratuite e open source

La principale conseguenza della forma di licenza di software libero è che l'accettazione dei termini di licenza non è obbligatoria in tutti i casi. L'utente finale può utilizzare, studiare e modificare il software senza accettare i termini della licenza. Tuttavia, se l'utente desidera distribuire il software, deve accettare, ed è obbligato a rispettare, la licenza del software.