28 novembre

Article

February 8, 2023

Il 28 novembre (28 novembre) è il 332° giorno dell'anno nel calendario gregoriano (333° negli anni bisestili). Mancano 33 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

587 - Il re franco Guntram riconosce Ildeberto II come re d'Austrasia firmando il trattato di Andelo. 1443 - Usando una falsa lettera del sultano Murat II, Skanderbeg diventa signore di Kroja. 1520 - Il navigatore portoghese Ferdinando Magellano naviga nel Pacifico, passando dall'Oceano Atlantico attraverso il mare che ora porta il suo nome. 1821 - Panama dichiara l'indipendenza dalla Spagna e si unisce alla Colombia. 1830 - A Belgrado sul Tasmajdan, alla presenza del principe Milos e del Belgrado Pascià, viene letto solennemente l'hatisherif del sultano turco Mahmud II sull'autonomia della Serbia. Successivamente, i turchi vendettero la loro proprietà ai serbi e lasciarono Belgrado. 1830 - Il vescovo Petar II Petrovic Njegos priva Vukolaj Radonjic del titolo di governatore. 1905 - Il nazionalista irlandese Arthur Griffith fonda a Dublino il partito Sinn Féin, il cui compito principale è combattere per l'indipendenza dell'Irlanda dalla Gran Bretagna. 1908 - Un'esplosione nella miniera di carbone di Mariana in Pennsylvania uccide 154 persone. 1912 - Un congresso panalbanese dichiara l'indipendenza dell'Albania dall'Impero ottomano in un'assemblea in Vallonia. 1919 - Nancy Estor è la prima donna ad essere eletta al parlamento britannico. 1920 - Nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni si tengono le prime elezioni per l'Assemblea Costituente. I Democratici hanno vinto il maggior numero di voti, conquistando 92 seggi su 419, ei Radicali con 91 seggi, e la sorpresa è stata preparata dai comunisti da 50 seggi. Le donne, i soldati e gli ufficiali, così come i membri delle minoranze nazionali, non avevano diritto di voto. 1941 - Le truppe tedesche espellono le truppe tedesche da Rostov durante la seconda guerra mondiale. 1942 - Un incendio distrugge il nightclub Cocoanut Grove di Boston, uccidendo 491 persone. 1943 - Al primo incontro congiunto a Teheran, il leader sovietico Joseph Stalin, il presidente degli Stati Uniti Franklin Roosevelt e il primo ministro britannico Winston Churchill discutono dell'apertura di un secondo fronte in Europa, delle operazioni sul fronte orientale, dell'Europa del dopoguerra e della questione jugoslava. Fu concordato che la Jugoslavia sarebbe stata restaurata "in piena integrità territoriale e indipendenza, con la questione dei suoi confini occidentali risolta dopo la guerra". 1950 - Fondata a Belgrado