2014

Article

June 27, 2022

Il 2014 è stato un anno libero.

Eventi

Gennaio

1 gennaio - La Lettonia introduce l'euro come moneta. 14 gennaio - Muore il matematico Milutin Dostanic. 22 gennaio - Inizia la Conferenza di pace di Ginevra 2, dopo tre anni di guerra civile in Siria. 25 gennaio - Aleksandar Vucic viene rieletto presidente del Partito progressista serbo, in un'assemblea straordinaria del partito. 27 gennaio - Il tribunale dell'Aia condanna l'ex capo del dipartimento di pubblica sicurezza a 18 anni di carcere con un verdetto finale contro Vlastimir Djordjevic. 29 gennaio - Il presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic, scioglie il parlamento e convoca le elezioni parlamentari anticipate per il 16 marzo, su proposta motivata del governo serbo. 30 gennaio - L'ex presidente del Partito Democratico e della Repubblica di Serbia, Boris Tadic, lascia il Partito Democratico.

Febbraio

2 febbraio - I Seattle Seahawks vincono il Super Bowl di quest'anno con una vittoria per 43-8 sul Denver Bronze. 4 febbraio - A Tuzla, le proteste dei lavoratori che hanno perso il lavoro dopo la privatizzazione sono degenerate in rivolte che hanno ferito centinaia di persone, demolito istituzioni statali e si sono diffuse in altre città della Bosnia-Erzegovina. 7 febbraio - A Sochi si aprono le Olimpiadi invernali. Grandi proteste in tutte le città della Federazione di Bosnia ed Erzegovina in cui sono stati incendiati il ​​governo e gli archivi della BiH. 11 febbraio - L'aereo militare algerino Lockheed C-130 Hercules uccide 77 persone. 18 febbraio - Grandi scontri tra polizia e manifestanti a Kiev, uso di armi da fuoco, che uccidono 25 persone. 20 febbraio - Gli scontri tra polizia e manifestanti a Kiev, in corso dal 18 febbraio, uccidono più di 80 persone. 21 febbraio - Dopo aver firmato un accordo tra il governo e l'opposizione, il parlamento ucraino ha votato all'unanimità per il ritorno alla costituzione del 2004 e ha approvato una legge che crea i presupposti per il rilascio di Yulia Tymoshenko. 22 febbraio - A Kiev viene compiuto un colpo di stato che viola un accordo firmato il giorno prima tra il governo e l'opposizione dopo che diverse dozzine di esponenti di destra hanno preso d'assalto la Verkhovna Rada durante il ritiro della polizia, portando al rovesciamento del presidente regolarmente eletto Viktor Yanukovich e del suo appuntamento.