18 maggio

Article

August 11, 2022

18 maggio (18 maggio) è il 138° giorno dell'anno nel calendario gregoriano (139° negli anni bisestili). Mancano 227 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

1096 - Circa 800 ebrei vengono uccisi a Worms durante la prima crociata. 1268 - Il Principato crociato di Antiochia cade in mano al sultano mamelucco Baybars dopo l'assedio di Antiochia. 1291 - La caduta di Acri pone fine alla presenza dei crociati in Terra Santa. 1565 - Inizia un importante assedio di Malta, con le forze ottomane che cercano senza successo di conquistare Malta. 1652 - Il Rhode Island approva la prima legge nel Nord America anglofona per bandire la schiavitù. 1756 - La guerra dei sette anni inizia quando la Gran Bretagna dichiara guerra alla Francia. 1803 - La Gran Bretagna dichiara guerra alla Francia per l'ingerenza di Napoleone in Italia e Svizzera. 1804 - Napoleone Bonaparte viene proclamato imperatore di Francia. Fu incoronato Napoleone I a dicembre. 1896 - La Corte Suprema degli Stati Uniti decide nel caso Plesi v. Ferguson che la dottrina del "separato ma uguale" è conforme alla Costituzione degli Stati Uniti. 1944 - Più di 200.000 tartari vengono espulsi dalla Crimea in Unione Sovietica con l'accusa di collaborazione con i tedeschi. 1941 - La corazzata tedesca Bismarck, accompagnata dall'incrociatore pesante Prince Eugene, intraprende la sua prima e ultima missione sotto il nome segreto di Rheinübung sotto il comando dell'ammiraglio tedesco Günther Littsens. 1954 - Entra in vigore la Convenzione europea dei diritti dell'uomo. 1974 - L'India conduce il suo primo test nucleare nel deserto del Rajasthan e diventa il sesto paese ad effettuare un'esplosione nucleare. 1988 - Le truppe sovietiche si ritirano dall'Afghanistan. 1992 - L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati annuncia che 1,3 milioni di persone sono fuggite dalla RFI a causa della guerra, creando la più grande crisi di rifugiati in Europa dalla seconda guerra mondiale. 1996 - Romano Prodi divenne Presidente del Consiglio della 55a convocazione del governo italiano dal secondo dopoguerra. Sotto la pressione della comunità internazionale, il presidente della Republika Srpska Radovan Karadzic si è dimesso da presidente della Republika Srpska. Il vicepresidente Biljana Plavsic ha assunto l'ufficio. Il Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia (ICTY) dell'Aia ha incriminato Karadzic nel novembre 1995 per crimini di guerra e genocidio. 1998 - Il governo degli Stati Uniti intenta una causa contro Microsoft, la più forte azienda di software al mondo