Tigre

Article

August 16, 2022

La tigre (lat. Panthera tigris) è un mammifero della famiglia dei gatti (Felidae) e una delle quattro specie di "grandi felini" del genere Panthera (Panthera). È un grande predatore e il più grande gatto vivente del mondo. In numerosi miti storici dei paesi orientali, la tigre è il re di tutte le bestie. La tigre del Bengala è la sottospecie più famosa e costituisce circa l'80% della popolazione totale di tigri. Vive in Bangladesh, Bhutan, Myanmar, Nepal e India. Essendo una specie in via di estinzione, la maggior parte delle tigri del mondo vive oggi in cattività umana.

Caratteristiche fisiche

Sebbene ogni sottospecie sia diversa, in generale le tigri maschi pesano tra 120 e 250 chilogrammi e le femmine tra 90 e 150 chilogrammi. In media, i maschi sono lunghi tra 2,4 e 3,2 m, mentre le femmine sono lunghe tra 2,1 e 2,75 m. Le tigri di Sumatra sono le più piccole di tutte le tigri, mentre le tigri siberiane sono le più grandi.

Vulnerabilità

All'inizio del 19° secolo c'erano 100.000 tigri. Oggi, quel numero è cambiato in modo significativo. Ci sono tra le 5.000 e le 7.000 tigri nel mondo. La più minacciata è la tigre della Cina meridionale. Nel 2019, 150 tigri della Cina meridionale vivevano in cattività in Cina, di cui 144 facevano parte del programma di riproduzione della "China Association of Zoos". Eccessivo bracconaggio, distruzione dell'habitat, ecc. ha portato la tigre al limite della sopravvivenza.

Tassonomia

Nel 1758 Carlo Linneo descrisse la tigre nel suo Systema Naturae e le diede il nome scientifico Felis tigris. Nel 1929, il tassonomista britannico Reginald Innes Pocock collocò la specie sotto il genere Panthera usando il nome scientifico Panthera tigris.

Sottospecie

Dopo le prime descrizioni della specie da parte di Linneo, diversi esemplari di tigre furono descritti e proposti come sottospecie. La validità di diverse sottospecie di tigri è stata messa in dubbio nel 1999. La maggior parte delle presunte sottospecie descritte nel XIX e XX secolo si distinguevano per lunghezza e colore della pelliccia, motivi a strisce e dimensioni del corpo, e quindi caratteristiche che variano ampiamente all'interno delle popolazioni. Morfologicamente, le tigri di diverse regioni differiscono leggermente e si pensa che il flusso genico tra le popolazioni in quelle regioni sia stato possibile durante il Pleistocene. Pertanto, è stato proposto di riconoscere come valide solo due sottospecie di tigre, vale a dire P. t. tigri nell'Asia continentale e P. t. sonda sulle isole della Grande Sonda. I risultati dell'analisi craniologica di 111 teschi di tigre provenienti dai paesi del sud-est asiatico mostrano che i crani della tigre di Sumatra sono