Partito Socialista Popolare del Montenegro

Article

July 3, 2022

Il Partito Socialista Popolare del Montenegro è un partito politico socialdemocratico in Montenegro. È stata fondata nel 1998. Appartiene al gruppo dei partiti del popolo serbo in Montenegro. Il suo attuale presidente è Vladimir Joković.Dal 2020 il SNP fa parte della maggioranza parlamentare e sostiene il governo di Zdravko Krivokapić, e dal 28 aprile 2022 fa anche parte del governo di Dritan Abazovic, di cui Joković è il vice Primo Ministro e Ministro dell'agricoltura, delle foreste e della gestione delle acque, mentre il SNP ha dato un totale di 6 membri del governo.

Storia

È stato creato nel 1998, dopo un'importante scissione politica nel Partito Democratico dei Socialisti del Montenegro (DPS), scoppiata l'anno precedente nel 1997. Il fondatore e primo presidente del partito è stato l'ex presidente montenegrino Momir Bulatović. Alle elezioni parlamentari tenutesi in Montenegro nel 1998, il partito si è candidato in modo indipendente e ha ottenuto il 35,62% dei voti e 29 mandati parlamentari, piazzandosi al secondo posto dietro la coalizione Let's Live Better (DPS-NS-SDP). Il 19 maggio 1998, Momir Bulatović è diventato presidente del governo federale della FRY e l'SNP è entrato al potere a livello federale, in una coalizione con il Partito socialista serbo. Dopo le elezioni federali che si sono svolte nell'autunno del 2000, la dirigenza dell'SNP ha avviato discussioni interne sulla scelta di una nuova direzione politica. Poiché la maggior parte della leadership ha deciso di collaborare con l'opposizione democratica della Serbia (DOS), il 9 ottobre Momir Bulatović si è dimesso dalla carica di presidente del governo federale. Sebbene sia rimasto ancora a capo del SNP, la sua influenza è diminuita in modo significativo e la gestione dei partiti politici è stata rilevata dai vicepresidenti: Predrag Bulatović, Zoran Žižić e Srđa Božović, che hanno formato una coalizione con il DOS a livello federale , dopo di che Žižić è stato eletto presidente del nuovo governo federale, mentre Božović ha mantenuto la carica di presidente del Consiglio dei cittadini dell'Assemblea federale.

Separazione del partito (2001)

Alla fine di gennaio 2001, Momir Bulatović si è dimesso formalmente dalla carica di presidente dell'SNP e poi ha lasciato il partito, il che ha portato a ulteriori divisioni nella profondità dell'organizzazione del partito. Alla fine di febbraio si è tenuto il congresso SNP in cui è stato eletto nuovo presidente Predrag Bulatović, che ha annunciato l'orientamento civico del partito. Durante il congresso