Proteste nel mondo per l'introduzione delle misure contro la pandemia covid 19

Article

June 25, 2022

Proteste, manifestazioni e scioperi si stanno svolgendo in tutto il mondo contro le misure imposte dagli organi governativi sulla pandemia di Kovid 19. Alcuni protestano contro l'incapacità del governo di fermare efficacemente la diffusione del virus, mentre altri sono spinti da difficoltà finanziarie, legate ai duri colpi industrie e lavoratori occasionali. Continuano le proteste contro le restrizioni alla circolazione delle persone, l'uso obbligatorio di mascherine, la quarantena, la vaccinazione e altre misure. Questo articolo elenca e riassume tali attività in diversi paesi del mondo.

Sfondo

Motivi

Per prevenire la diffusione del virus SARS-KoV-2 che ha portato alla pandemia di Kovid 19 nel 2019, i governi hanno adottato misure sanitarie a vari livelli di gravità per limitare la circolazione delle persone e la trasmissione del virus. In risposta a queste restrizioni, sono state organizzate proteste in diverse località del mondo e hanno avuto luogo anche scioperi. Alcuni dei manifestanti hanno criticato i governi per non aver agito in modo sufficientemente efficace nelle loro risposte alla pandemia, mentre altri si sono opposti alle misure preventive e ne hanno chiesto il richiamo. Secondo l'analisi del Global Peace Index, a luglio 2021 c'erano circa 50.000 proteste legate alla pandemia in tutto il mondo, di cui 5.000 violente. La chiusura di Kovid 19 ha ispirato proteste in molti territori e, dalla fine del 2020, anche l'uso di vaccini contro Kovid 19 ha ispirato proteste. Modello: barra laterale della pandemia di COVID-19 Le proteste variavano per portata, motivazione e tipo, ei manifestanti provenivano da una gamma abbastanza ampia di background e sono stati ispirati da una serie di ragioni. Uno dei principali driver è stato il problema economico che ha portato alla chiusura delle attività per periodi più lunghi, che ha portato a una diffusa disoccupazione, soprattutto dei lavoratori stagionali nei settori dell'ospitalità e del turismo. L'incertezza sul futuro e un senso di mancanza di controllo hanno portato alla tendenza a credere nelle teorie del complotto (come che Kovid 19 sia una truffa e che i governi abbiano deliberatamente creato una crisi) e alla sfiducia nei confronti dei vaccini, incluso quello Kovid 19 vaccinazione e le restrizioni di movimento fanno parte di una cospirazione del governo per controllare gli esseri umani, Bill Gates è dietro l'impianto di microchip negli esseri umani