1896 Olimpiadi estive

Article

August 16, 2022

Le Olimpiadi estive del 1896 furono una competizione internazionale multisportiva che si tenne ad Atene, in Grecia, dal 6 aprile al 15 aprile 1896. Furono i primi Giochi Olimpici dell'era moderna. L'antica Grecia è stata la culla dei Giochi Olimpici, quindi Atene è stata una scelta adatta per l'inizio dei Giochi Olimpici moderni. Nonostante i numerosi ostacoli, l'organizzazione dei Giochi del 1896 fu un grande successo. I Giochi sono stati la più grande competizione internazionale tenuta fino a quel momento. Le partite si sono svolte allo Stadio Panathinaiko, il primo grande stadio del mondo moderno, in grado di ospitare il maggior numero di spettatori che hanno assistito a un evento sportivo. Il momento clou dei Giochi per i greci è stata la vittoria nella maratona del loro connazionale Spiridon Lewis. Il maggior successo è stato il lottatore e ginnasta tedesco Karl Schumann, che ha vinto quattro medaglie d'oro.

Selezione dell'ospite dei Giochi Olimpici Estivi

Il congresso di fondazione del Comitato Olimpico Internazionale, CIO, si tenne presso l'Università della Sorbona a Parigi dal 16 giugno al 23 giugno 1894, su suggerimento del barone Pierre de Coubertin. Dopo la fondazione del CIO, è stato deciso che i primi Giochi Olimpici Moderni si sarebbero tenuti nella loro patria ancestrale, la Grecia, dove sono nati prima del 2762. È stato anche stabilito che sarebbe stato ad Atene. Ecco perché l'onore di essere eletto primo presidente del CIO è stato dato al greco Demetrios Vikelas.

Organizzazione

Il popolo greco ha accolto con entusiasmo l'idea di rinnovare i Giochi Olimpici. Tuttavia, la Grecia ufficiale, che ha sofferto di lotte politiche, è stata molto lenta nel risolvere i problemi con l'organizzazione dei giochi, soprattutto quelli finanziari, senza i quali l'organizzazione di successo di qualsiasi evento importante è impossibile. I fondi sono stati raccolti attraverso contributi volontari dei cittadini per la ricostruzione del vecchio stadio ateniese e doni dei patroni. C'erano anche altri problemi. I greci inizialmente proposero che solo i greci gareggiassero ai Giochi. Una volta risolta la questione, il resto del mondo dovrebbe interessarsi ai Giochi in modo che possano parteciparvi quanti più concorrenti possibile da quanti più paesi possibile. La maggior parte di questi compiti è stata svolta dallo stesso Pierre de Coubertin. Svezia e Ungheria sono state le prime ad accettare l'invito a partecipare ai Giochi Olimpici. Anche la Francia ha preparato la propria nazionale, mentre la Gran Bretagna era meno entusiasta dell'idea perché si stava preparando in quel momento