Regno di Jugoslavia

Article

August 16, 2022

Il Regno di Jugoslavia era uno stato dell'Europa sud-orientale, che copriva per la maggior parte la penisola balcanica e, in misura minore, la pianura pannonica. Esisteva dal 1 dicembre 1918 al 29 novembre 1945. Dal 1918 al 1929, il nome ufficiale dello stato era Regno dei Serbi, Croati e Sloveni, ma il termine "Jugoslavia" era il suo nome colloquiale a causa della sua origine. Il 3 ottobre 1929, il nome ufficiale dello stato fu cambiato in "Regno di Jugoslavia" dal re Alessandro I. Occupava il territorio dell'odierna Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Macedonia settentrionale e Montenegro e la maggior parte delle odierne Croazia e Slovenia. Il regno preliminare è stato creato nel 1918 dalla fusione dello Stato temporaneo di Sloveni, Croati e Serbi (che si è formato nei territori dell'ex Austria-Ungheria, tra cui Bosnia ed Erzegovina e gran parte della Croazia e della Slovenia) e Banat, Backa e Baranja ( che facevano parte del Regno d'Ungheria all'interno dell'Austria-Ungheria). ) con l'indipendente Regno di Serbia. Nello stesso anno, anche il Regno del Montenegro dichiarò la sua unificazione con la Serbia, mentre Vardar Macedonia faceva già parte della Serbia prima dell'unificazione. A capo dello stato c'era la dinastia Karadjordjevic, che in precedenza governò il Regno di Serbia sotto Pietro I dal 1903 (dopo il colpo di stato di maggio) in poi. Pietro I divenne il primo re di Jugoslavia e regnò fino alla sua morte nel 1921. Gli successe il figlio Alessandro I, che era reggente per suo padre. Era conosciuto come "Alessandro l'Unificatore" e ribattezzò il regno "Jugoslavia" nel 1929. Fu assassinato a Marsiglia da Vlado Chernozemski, membro dell'Organizzazione rivoluzionaria interna macedone (VMRO), durante una visita in Francia nel 1934. La corona passò al figlio di 11 anni Pietro II. Il cugino di Alessandro, Paolo, regnò come principe reggente fino al 1941, quando Pietro II raggiunse la maggiore età. La famiglia reale fuggì a Londra lo stesso anno, dopo che il paese fu attaccato dalle forze dell'Asse. Nell'aprile 1941, il paese fu occupato e diviso dalle forze dell'Asse. A Londra fu istituito un governo reale in esilio, riconosciuto dal Regno Unito e in seguito da tutti gli alleati. Nel 1944, dopo le pressioni del primo ministro britannico Winston Churchill, il re riconobbe il governo della Jugoslavia federale democratica come governo legittimo. Questa è una struttura