Tu guidi

Article

August 11, 2022

Il karate o karatedo (giapponese:空手; tradotto come mano vuota o percorso della mano vuota) è un'arte marziale, originaria del Giappone, dell'allora regno di Rukyu. Nella traduzione letterale, kara significa vuoto (nudo) o cinese (secondo il modo di pronuncia), e mano o mano, quindi una mano vuota, e significa una via di difesa, cioè combattere "senza armi nelle mani ". Il nome moderno karatedo (Karate-dō) dovrebbe porre il karate in linea con altri stili di budo (Budō); sebbene il termine comune karate sia ancora generalmente usato. Un karateka è chiamato karateka (空手家). L'origine del karate è legata alle antiche arti marziali dell'isola di Okinawa, nel XIX secolo, dove le tradizioni locali si mescolavano con influenze cinesi e giapponesi. All'inizio del 20° secolo il karate arrivò in Giappone e dopo la seconda guerra mondiale si diffuse in tutto il mondo. Il karate appartiene agli stili duri. A differenza degli stili morbidi (aikido, wing tsun, ecc.) che cercano di utilizzare la forza e l'energia dell'attaccante, gli stili duri enfatizzano la forma fisica, soprattutto la velocità e la potenza della velocità. Tecnicamente, il karate utilizza pugni, pugni, dita, gomiti, ginocchia e piedi, vari blocchi e talvolta vengono insegnate leve, prese dolorose, colpi in punti vitali (occhi, gola, naso, ecc.) E tecniche di manipolazione delle armi - kobudo . Storicamente, e in alcuni degli stili moderni, vengono insegnati anche il wrestling, i lanci, i blocchi articolari, le restrizioni. Il karate moderno è spesso orientato allo sport, quindi le competizioni sono di grande importanza. Questo può essere a scapito di tecniche di autodifesa realistiche, che fanno anche parte del karate. Il regno di Rukyu fu annesso al Giappone nel 1879. Il karate è arrivato in Giappone all'inizio del XX secolo durante il periodo della migrazione, poiché le persone Rukyuan, in particolare da Okinawa, cercavano lavoro in Giappone. Lo sport è stato sistematicamente insegnato in Giappone dopo l'era di Taisho. Nel 1922, il Ministero dell'Istruzione giapponese invitò Gichin Funakoshi a Tokyo per dare dimostrazioni di karate. Nel 1924, la Keio University fondò il primo club di karate universitario in territorio giapponese e nel 1932 le principali università giapponesi avevano club di karate. In quell'era di crescente militarismo giapponese, il nome fu cambiato da 唐手 ("Mano cinese" o "Mano Tang") a空手 ("Mano vuota") - entrambi pronunciati karate in giapponese - per far sapere che J