Elezioni dell'Assemblea dell'Irlanda del Nord 2022

Article

May 25, 2022

Il 5 maggio 2022 si sono tenute le elezioni per l'Assemblea dell'Irlanda del Nord. Sono stati eletti 90 membri dell'Assemblea dell'Irlanda del Nord ed è stata la settima elezione parlamentare dalla sua istituzione nel 1998. L'elezione ha avuto luogo tre mesi dopo la caduta dell'esecutivo dell'Irlanda del Nord a causa delle dimissioni del primo ministro Paul Givan. Lo Sinn Féin è diventato il partito più numeroso, la prima volta che il Partito Repubblicano ha ottenuto il maggior numero di voti nell'Irlanda del Nord, e quindi avrà il diritto di nominare il primo ministro dell'Irlanda del Nord. Anche l'Alleanza ha ottenuto un grande successo, superando l'Ulster Unionist Party ei partiti socialdemocratici e laburisti.

Sfondo

Eventi elettorali

Nel maggio 2013, il Segretario di Stato per l'Irlanda del Nord Theresa Willie ha annunciato che le prossime elezioni parlamentari sarebbero state rinviate a maggio 2016 e si sarebbero svolte a intervalli fissi di cinque anni. La sezione 7 della legge sull'Irlanda del Nord (disposizioni varie) del 2014 specifica che le elezioni si terranno il primo giovedì di maggio del quinto anno solare successivo all'elezione del suo predecessore, il 5 maggio 2022. Tuttavia, ci sono diverse circostanze in cui il L'Assemblea può essere sciolta prima della data prevista dall'articolo 31, paragrafo 1, del Northern Ireland Act 1998. Nel giugno 2016, il Regno Unito ha votato per lasciare l'Unione europea, sebbene l'Irlanda del Nord abbia votato per rimanere. Il processo di recesso ha avuto particolare incertezza per l'Irlanda del Nord a causa del potenziale per le dogane al confine tra il Regno Unito e la Repubblica d'Irlanda. Nel frattempo, nel marzo 2017 si sono tenute le elezioni anticipate per l'Assemblea dell'Irlanda del Nord. Dopo le elezioni, lo Sinn Fein ha affermato che non sarebbe tornato all'accordo di condivisione del potere con il Partito Democratico Unionista senza cambiamenti significativi nell'approccio del partito, incluso Arlin Foster che non sarebbe diventato primo ministro, fino al completamento dell'indagine sullo scandalo sulla promozione delle fonti di calore rinnovabili. Negli anni successivi, il termine per la formazione dell'esecutivo è stato più volte prorogato poiché i negoziati sono proseguiti senza successo.Il 18 aprile 2017, il primo ministro Theresa May ha indetto le elezioni generali per l'8 giugno 2017. Il partito conservatore ha perso la maggioranza parlamentare e tra�