Distanziamento fisico

Article

August 14, 2022

Il distanziamento fisico, il distanziamento sociale o lo stare alla larga sono un insieme di azioni non farmaceutiche volte a fermare o rallentare la diffusione di una malattia infettiva. L'obiettivo del distanziamento sociale è ridurre la probabilità di contatto tra le persone portatrici dell'infezione e altre non infette, al fine di ridurre il più possibile la trasmissione della malattia, il numero totale della popolazione infetta e la mortalità. Il distanziamento sociale è più efficace quando l'infezione è trasmessa attraverso goccioline (tosse o starnuti), contatto fisico diretto (compresi i rapporti sessuali), contatto fisico indiretto (ad esempio toccando una superficie contaminata); o per trasmissione attraverso l'aria (se il microrganismo può sopravvivere a lungo nell'aria). Il distanziamento sociale può essere meno efficace nei casi in cui l'infezione è trasmessa principalmente da acqua o cibo contaminati o da vettori come zanzare o altri insetti e meno spesso da persona a persona. Gli svantaggi del distanziamento sociale possono includere solitudine, ridotta produttività e perdita di altri benefici associati all'interazione umana. Nel corso della storia, questo metodo è stato utilizzato per separare le persone affette da lebbra in insediamenti speciali come il modo più efficace per prevenire l'ulteriore diffusione della malattia.

Base teorica

Da un punto di vista epidemiologico, l'obiettivo principale del distanziamento sociale è ridurre il numero di base della riproduzione, R 0 {\displaystyle R_{0}} , che è pari al numero medio di persone sane che una persona infetta può infettare, in una popolazione in cui tutte le persone sono ugualmente suscettibili alla malattia. Nel modello base del distanziamento sociale, una certa parte della popolazione f {\ displaystyle f} segue le regole del distanziamento sociale e riduce al minimo il numero di contatti con altre persone un {\ displaystyle a} (che è inferiore al numero totale di persone con cui verrebbero altrimenti in contatto), quindi il nuovo numero effettivo di riproduzione R {\ displaystyle R} descritto dalla seguente formula: Ad esempio, il 25% della popolazione riduce del 50% il numero di persone con cui entra in contatto, il che si traduce in un numero effettivo di riproduzione pari all'81% del numero di riproduzione di base. Una riduzione apparentemente piccola gioca un ruolo importante nel ritardare la crescita esponenziale e la diffusione dell'infezione.

Misure di distanza

Misure di sociale