fuso orario

Article

June 25, 2022

Il fuso orario è una parte della superficie terrestre delimitata da due meridiani di confine. Esistono 24 fusi orari, e sono di forma irregolare, per il fatto che spesso sono delimitati da confini di stato invece che da meridiani, e ci sono anche stati (o parti di essi) in cui le deviazioni dal tempo universale non sono multipli interi di ore (es. 15, 30 o 24 minuti). , vedi sotto). Ogni fuso orario ha 15 gradi di longitudine. Il fuso orario iniziale (zero) si trova intorno al meridiano iniziale (zero). Si chiama il fuso orario dell'Europa occidentale. Ad est di esso si trova il fuso orario dell'Europa centrale, che si trova tra il 7° 30' e il 22° 30' di longitudine est (IGD). Il suo meridiano centrale è 15° IGD. Ad est di esso è il fuso orario dell'Europa orientale il cui meridiano centrale è 30° IGD. Questo è importante: quando ci si sposta da un determinato fuso orario al fuso orario adiacente, che si trova ad est di esso, è necessario spostare la lancetta dell'orologio di un'ora in avanti (ad esempio, dalle 12:00 alle 13:00). Viceversa, quando ci si sposta nel fuso orario adiacente, che si trova ad ovest del fuso in cui ci troviamo, è necessario tornare indietro di un'ora in senso orario (ad esempio dalle 12:00 alle 11:00). La Serbia è quasi interamente nel fuso orario dell'Europa centrale. Una parte molto piccola del suo territorio si trova nel fuso orario dell'Europa orientale. Il punto di confine più orientale della Serbia si trova vicino a Srebrna Glava su Stara Planina. L'IGD di quel punto è 23° 00`43``. Tuttavia, l'ora dell'Europa centrale viene applicata in tutta la Serbia. Infine va aggiunto che la Conferenza Internazionale di Washington del 1884 adottò (accettò) il tempo zonale, cioè la divisione del Paese in 24 zone orarie. Ha anche accettato il meridiano di Greenwich come meridiano iniziale (zero). L'autore del tempo zonale è il canadese Sandford Fleming, che concepì e propose questa divisione nel 1878.

Storia

C'era una volta, le persone usavano l'ora solare, quindi l'ora del giorno variava da città a città. Con il progresso delle telecomunicazioni e l'espansione della ferrovia, è cresciuta la necessità di una soluzione universale. I fusi orari hanno parzialmente risolto il problema perché a causa loro, tutti gli orologi in una determinata regione sono impostati sulla stessa ora solare media. A causa del rapido passaggio di queste distanze più brevi, l'uso dell'ora locale nella vita quotidiana creava grandi problemi perché ogni insediamento avrebbe avuto il proprio