Bonsai

Article

August 11, 2022

Bonsai (giapponese:盆栽 [bonsai]), per meglio dire bonsai, significa letteralmente "steli in una pentola". Proviene dalla Cina, da dove è stato trasferito in Giappone, dove è stato ulteriormente sviluppato e ha assunto la forma attuale. La sua modellatura e coltivazione richiedono molto più della semplice abilità orticola. C'è una maggiore enfasi sulle inclinazioni artistiche del coltivatore stesso. Il principio di base è coltivare steli in miniatura che abbiano tutte le caratteristiche di quella specie vegetale di dimensioni "normali" in natura.

Lo sviluppo del bonsai e il suo arrivo in Occidente

Le persone coltivano piante in contenitori da migliaia di anni (spezie, erbe medicinali, piante ornamentali), per la bellezza dei fiori o delle foglie. Ma in Cina, durante la dinastia Han (intorno al 200 aC), è stato creato un nuovo concetto: la creazione di paesaggi naturali in miniatura in vasi, chiamati PENJING. Una delle tante leggende racconta come il grasso imperatore trovasse stancante viaggiare, così fece costruire una copia in miniatura del suo impero nel cortile del palazzo, in modo che potesse vedere tutti i suoi beni dalla finestra della sua camera da letto. Volendo preservarne l'unicità, l'imperatore ordinò che chiunque avesse tentato di realizzare qualcosa di simile fosse giustiziato come traditore. Che la storia sia vera o meno, una cosa è certa: possedere paesaggi in miniatura era uno status symbol.Il più antico documento scritto sui bonsai è stato trovato nella tomba del principe Zhang Huai, morto nel 706 durante la dinastia Tang. Due dipinti murali nella tomba mostrano servitori che trasportano un paesaggio in miniatura con pietre e piante in una ciotola a forma di loto. Penjing fu molto apprezzata durante la dinastia Song (960 - 1279), quando si sviluppò in una forma d'arte più sofisticata. Quindi inizia la coltivazione di un singolo albero in un vaso per bonsai. Quei primi esemplari avevano tronchi scolpiti per assomigliare a draghi e altri animali. Si chiamavano PUN-SAI. Durante l'XI e il XII secolo, la Cina ha esercitato una notevole influenza culturale sui paesi circostanti, in particolare il Giappone, attraverso l'arte e la filosofia. I sacerdoti zen sono i principali responsabili di portare i bonsai in Giappone e di diffonderli tra l'aristocrazia e i samurai giapponesi. Per loro il bonsai era un oggetto religioso della "scala verde che porta al Cielo", cioè un legame tra le persone e Dio. Al centro della coltivazione dei bonsai c'è l'instaurazione di un equilibrio tra uomo e natura. L'allevatore si dedica