Libreria (informatica)

Article

August 17, 2022

In informatica, una libreria è una raccolta di risorse immutabili utilizzate dai linguaggi di programmazione, ad es. per lo sviluppo del software. Le librerie possono contenere dati di configurazione, documentazione, dati ausiliari, messaggi modello, codice legacy e routine, classi, valori o specifiche del tipo. Nel sistema operativo IBM 360/e versioni precedenti, le librerie sono specificate come gruppi di dati separati. In informatica, una libreria rappresenta un insieme di esecuzioni di vari comportamenti scritti all'interno dei linguaggi di programmazione. Quando diciamo "comportamento" intendiamo un approccio ben definito attraverso il quale viene introdotto il comportamento. Ciò significa che finché i programmi più sviluppati utilizzano la libreria per effettuare chiamate di sistema, non è necessario riscrivere le stesse chiamate di sistema più volte. Inoltre, il comportamento consente il riutilizzo da parte di più programmi indipendenti. Il programma introduce il comportamento fornito dalla libreria attraverso il meccanismo del programma dato. Ad esempio, in un semplice linguaggio di programmazione imperativo come C, il comportamento in una libreria viene chiamato usando la funzione di chiamata di C. Ciò che distingue una chiamata di libreria da altre funzioni dello stesso programma è il modo in cui il codice è organizzato nel sistema. Il codice di una libreria è organizzato in modo tale da poter essere utilizzato da molti programmi diversi che non hanno nulla a che fare tra loro, mentre il codice di una parte di un programma è organizzato in modo da poter essere utilizzato da un solo programma . Questa differenza può portare a una notazione gerarchica quando il programma cresce rapidamente, come nel caso di un programma composto da milioni di righe di codice. In questo caso, ci sono librerie che vengono riutilizzate da parti indipendenti più piccole di un grande programma. Una caratteristica distintiva è che la libreria è organizzata per scopi che possono essere riutilizzati da programmi o subroutine indipendenti. L'utente deve solo conoscere l'accesso, ma non i dettagli interni della biblioteca. L'obiettivo della libreria è consentire il riutilizzo del comportamento. Quando un programma chiama una libreria, eredita il comportamento di quella libreria, quindi non è necessario che il programma introduca il comportamento stesso. Le biblioteche consentono la divisione del codice in una forma modulare e la facile distribuzione del codice. Ti comporti