Altezza assoluta

Article

June 27, 2022

L'altitudine assoluta o altitudine (altitudine) è l'altezza di un punto sulla Terra rispetto alla superficie di riferimento del geoide. In geografia, è definita come la distanza in metri verticalmente, dal livello medio della superficie dell'oceano a un punto sulla superficie terrestre. Quando si descrivono oggetti geografici (montagne, campi, laghi, ecc.) su una carta topografica, le variazioni di altezza sono contrassegnate da isoipsi e le elevazioni caratteristiche sono contrassegnate da un punto in cui l'altezza è espressa in metri. L'altitudine viene misurata con un altimetro (altimetro) che funziona secondo il principio della variazione della pressione all'aumentare dell'altitudine. Nelle carte geografiche generali, l'altezza è indicata da una scala ipsometrica, che mostra diverse altezze in diversi colori (dal verde per le pianure, al giallo per le colline, al marrone per le montagne e bianco per le alte vette. All'aumentare dell'altitudine, la temperatura diminuisce (0,6°C ogni 100 metri), la pressione diminuisce e l'aria si fa più rarefatta. L'altezza assoluta più alta sulla Terra è il picco di Chomolungma nell'Himalaya in Asia - 8.848 metri. In Serbia, il punto più alto è Velika Rudoka sul monte Shar - 2.658 metri. Occorre fare una distinzione tra altezza assoluta e relativa. Oggi le altitudini sono facilmente determinabili grazie ai dispositivi GPS.

Vedi di più

Isohypsa Altezza relativa

Letteratura

Mastilo, Natalija (2005): Recnik savremene srpske geografske terminologije, Geografski fakultet, Beograd.

Collegamenti esterni

Mezzi relativi all'articolo Altezza assoluta su Wikimedia Commons