impero russo

Article

August 18, 2022

L'Impero russo (russo pre-ref. Impero russo; anche l'Impero panrusso) è uno stato che esisteva dal 22 ottobre (2 novembre 1721, fino alla Rivoluzione di febbraio e alla proclamazione della repubblica nel settembre 1917 da parte del governo provvisorio). Governo. Essendo il più grande stato dell'Eurasia, si trovava nell'Europa orientale e settentrionale, nell'Asia settentrionale e centrale e fino al 1867 in Nord America. L'impero fu proclamato il 22 ottobre (2 novembre 1721 alla fine della Guerra del Nord, quando, su richiesta dei senatori, Pietro I accettò i titoli di imperatore di tutta la Rus' e padre della Patria. La capitale dell'Impero russo dal 1721 al 1728 e dal 1730 al 1917 fu San Pietroburgo (nel 1914-1917 Pietrogrado) e nel 1728-1730 - Mosca. L'impero russo era il terzo stato più grande che sia mai esistito (dopo gli imperi britannico e mongolo). Verso la fine della sua esistenza, si estese all'Oceano Artico a nord e al Mar Nero a sud, al Mar Baltico a ovest e all'Oceano Pacifico a est. A capo dell'impero c'era l'imperatore panrusso, che aveva il potere assoluto fino al 1905 (Manifesto del 1905), ad eccezione di un breve periodo all'inizio del regno dell'imperatrice panrussa Anna Ioannovna, quando il le condizioni impostele dai membri del Consiglio Supremo Privato al momento dell'adesione al trono, limitando il suo assolutismo, agirono. Il sistema statale dell'Impero russo era una monarchia assoluta basata sulla dottrina ideologica "Ortodossia, Autocrazia, Nazionalità" prima della rivoluzione del 1905, a seguito della quale fu istituita una monarchia dualistica. Dopo la rivoluzione di febbraio del 1917, l'imperatore Nicola II abdicò al trono. Subito dopo fu creato il governo provvisorio, che proclamò il paese una repubblica il 1 settembre (14) 1917 (sebbene questo problema fosse di competenza dell'Assemblea costituente, che dichiarò anche la Russia una repubblica il 5 gennaio (18), 1918). Come risultato della Rivoluzione d'Ottobre, i bolscevichi presero il potere, il che portò a una guerra civile. Nel 1918 la famiglia imperiale fu giustiziata e nel 1922 fu fondata l'Unione Sovietica. La dinastia dei Romanov governò l'Impero russo dal 1721 al 1762. Il suo ramo matrilineare è di origine tedesca da suo padre