Commonwealth polacco-lituano

Article

August 18, 2022

Rzeczpospolita (in polacco: Rzeczpospolita, latino Poloniae Regnum ut et Magni Ducatus Lithuaniae) è uno stato federale sorto a seguito dell'unificazione del Regno di Polonia e del Granducato di Lituania sulla base dell'Unione di Lublino nel 1569 e liquidato nel 1795 con la divisione delle sue terre tra Russia, Prussia e Austria. Si trovava principalmente nei territori della moderna Polonia, Ucraina, Bielorussia e Lituania, e anche parzialmente nel territorio della moderna Russia, Lettonia, Moldavia, Estonia e Slovacchia. In presenza di un'unica struttura statale, il Regno di Polonia e il Granducato di Lituania avevano ciascuno il proprio apparato amministrativo, tesoreria, esercito e leggi. Il capo dello stato era un monarca eletto a vita dal Sejm, che portava il titolo di re di Polonia e Granduca di Lituania. Il regime politico specifico che esisteva nel Commonwealth polacco-lituano è solitamente chiamato democrazia dei nobili.

Titolo

Il nome tradizionale dello stato - "Rzeczpospolita" - è una traduzione letterale polacca del termine latino Res Publica (polacco rzecz - cosa, atto; pospolita - comune). In russo, questo termine è letteralmente tradotto come "causa comune" o "cosa comune". Il nome ufficiale dello stato è Regno di Polonia e Granducato di Lituania (in polacco: Królestwo Polskie i Wielkie Księstwo Litewskie). I residenti locali di solito chiamavano lo stato semplicemente Rzeczpospolita (in polacco Rzeczpospolita; in russo occidentale Rѣch Pospopolita). La popolazione locale chiamava lo stesso Regno di Polonia la Corona e il Granducato di Lituania - Lituania e talvolta - Granducato. Dal XVII secolo, il nome del Serenissimo Commonwealth polacco (polacco Najjaśniejsza Rzeczpospolita Polska; latino Serenissima Res Publica Poloniae) è stato utilizzato nella corrispondenza diplomatica. Il nome ormai ampiamente usato Rzeczpospolita of Both Nations (in polacco: Rzeczpospolita Obojga Narodów) non è autentico e probabilmente si è diffuso dopo la pubblicazione nel 1967 dell'omonima trilogia storica dello scrittore polacco Pavel Yasenica. Di per sé, la frase "Obojga Narodów" è stata utilizzata, ad esempio, nella garanzia reciproca di entrambi i popoli, ma mai - come nome di un paese/stato. Nella moderna storiografia polacca, il periodo storico